Centro mattutino per l’infanzia

Il centro mattutino per l’infanzia è: uno spazio-gioco che accoglie ogni giorno piccoli dai 18 mesi ai 3 anni, per iniziare con dolcezza a stare con gli altri; un centro per l’infanzia con bambini dai 3 ai 6 anni, per coinvolgerli in un percorso educativo di crescita; aperto da settembre a giugno, dal lunedì al venerdì, dalle ore 7:30 alle ore 16:00/17:00; a luglio, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:00 alle ore 14:00. Alcuni incontri ed iniziative, rivolti alle famiglie, sono previsti durante il sabato, in orario mattutino e pomeridiano;” offre spazi coperti estesi, luminosi, sicuri, curati e ben organizzati; un grande giardino con alberi da frutta, fiori variopinti e con una terra pronta ad accogliere le verdure di un orto destinato a giochi e attività di osservazione, movimento, esplorazione e educazione alla natura; la prima biblioteca plurilingue per l’infanzia di Palermo, con libri per bambini scritti in più di 45 lingue differenti; giochi e strumenti didattici adeguati ai più piccoli; gestito da una coordinatrice pedagogica e da educatori e operatori italiani e provenienti da Paesi europei e del mondo. È inoltre supportata da un gruppo di ricerca composto da professionisti ed esperti nel campo delle discipline pedagogiche, dell’educazione interculturale, dell’insegnamento linguistico fin dalle tenere età, della narrazione e delle arti teatrali dal mondo; propone una metodologia cooperativa basata sulla “pedagogia delle piccole cose”, sull’ascolto attivo e reciproco, sulla scoperta delle lingue e delle culture del mondo, sul rispetto delle diversità, sulla narrazione e sull’incontro, esperienze queste che divengono importanti occasioni di apprendimento; offre la possibilità alle famiglie di essere coinvolte nel processo di crescita dei bambini, attraverso una loro partecipazione attiva, la costante documentazione delle attività praticata dal centro, l’accoglienza di nuove idee da parte degli educatori, tutte cose che aiutano a migliorarne le proposte; collabora con centri e scuole a livello nazionale e internazionale, per promuovere un’educazione aperta al mondo e per diffondere uno stile educativo innovativo.   L'orto del Centro per l'infanzia Ogni riflessione, ogni attività, è ispirata da un’idea di educazione lenta, aperta all’ascolto, all’osservazione e alla valorizzazione delle differenze, che incoraggia il contatto con la terra e il confronto con persone provenienti da diversi paesi del mondo. È su queste radici che nell’ottobre 2014 bambini e educatori insieme hanno dato vita a un orto di cui prendersi cura settimanalmente: per entrare più in ascolto con la terra sulla quale vivono e con i suoi ritmi; per meglio osservare i piccoli e i grandi cambiamenti naturali che li coinvolgono; per comprendere da quali buone pratiche può venire tanta parte del cibo di cui si nutrono; per imparare a riconoscere ciò che è necessario da ciò che non lo è; per coltivare, raccogliere e gustare secondo le stagioni il frutto del proprio fare.   Il Centro mattutino per l'Infanzia "La piccola Officina" Per bambini e bambine dai 18 mesi ai 6 anni Da settembre a giugno   Lo spazio gioco e il Centro per l’infanzia si prendono cura quotidianamente, dalla mattina al pomeriggio, di bambini di differenti età, coinvolgendoli in percorsi educativi e creativi, rispettosi dei loro bisogni e dei loro tempi e che incoraggiano la curiosità per il mondo. In particolare da settembre a giugno, dal lunedì al venerdì mattina, dalle ore 7:30 alle ore 16:00, La piccola Officina si rivolge a bambini fino ai 6 anni, che trovano nella Casa-Officina un luogo sicuro in cui fare, immaginare, dire, ascoltare. Un posto sereno in cui osservare e conoscere ciò che ci circonda, dove imparare a scegliere consapevolmente e in cui crescere insieme ad altri piccoli e a grandi, divenendo, con lenta costanza, cittadini di una comunità cosciente, attiva e partecipe. Nello spazio mattutino de La piccola Officina bambini ed educatori insieme vivranno momenti che si ripeteranno di giorno in giorno – come l’incontro con le storie custodite nella biblioteca plurilingue, il buongiorno agli alberi e a tutti gli abitanti del giardino, la scoperta di suoni, segni e culture del mondo, la libera organizzazione di giochi – e momenti che si alterneranno entro le settimane o i mesi – come la coltivazione di un piccolo orto, i laboratori di manualità e di teatro, la corrispondenza con bambini di altri Paesi, l’incontro con nonni, mamme, papà e con chi ha da raccontare una storia o un antico mestiere. Nel corso dell’anno, inoltre, tante saranno le occasioni da attendere, preparare e festeggiare insieme alle famiglie, poiché, accanto alle festività tradizionali, vi sono appuntamenti speciali che la Casa-Officina celebra da anni e ai quali è affezionata – come la Festa Nazionale dell’Albero, il Capodanno cinese, la Giornata Mondiale della Poesia.   _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _PER ULTERIORI INFORMAZIONI SU COSTI, ORARI, ATTIVITA'LEGGI IL BREVE REGOLAMENTO Read more

La lunga notte dei racconti

Cari amici e care amiche, l’Officina Creativa Interculturale di Palermo promuove per il quinto anno consecutivo “La lunga Notte dei Racconti”. Il 22 febbraio 2014 alle ore 21 grandi e piccoli sono invitati ad accogliere all’interno delle proprie case amici e parenti, conoscenti e vicini, per leggere, narrare e ascoltare storie insieme. Read more

C

CV La Piccola Officina

  Palermo, 4 settembre 2017Apertura Spazio-gioco per bambini dai 18 mesi ai 3 anni; inizio di un nuovo anno del Centro l’infanzia (3-5 anni); Palermo, luglio 2017Tempo d’estate per i piccoli attraverso la pedagogia narrativa e cooperativa con attività all’aperto e laboratori creativi; Palermo, 6 maggio 2017Porte Aperte alla Casa-Officina, pomeriggio di incontro per grandi e piccoli. All’interno dell’iniziativa, sono stati organizzati l’incontro "Saponi, detergenti e bagnoschiuma. Istruzioni per una scelta consapevole", promosso da Porto di Terra, e il laboratorio creativo per bambini "Il drago Aidar e gli animali al centro della terra", condotto dagli educatori della Casa-Officina; Palermo, 22-29 aprile 2017Formazione per i genitori del Centro per l'infanzia della Casa-Officina, realizzatasi all'interno del progetto BODI - Diversità culturale, corpo, genere e salute nell'educazione dell'infanzia. L'iniziativa, condotta da formatori del CESIE, Partner italiano del progetto, è stata un'occasione per i genitori di bambini in età prescolare, per confrontarsi sui temi della diversità culturale, del benessere psico-fisico, del corpo e la sessualità; Palermo, 20 aprile 2017Maura Tripi, coordinatrice del Centro educativo interculturale "Casa-Officina" ha partecipato in quanto uno dei referenti del Movimento di Cooperazione Educativa in Sicilia, al seminario “Una rete per l’infanzia”, con un intervento dal titolo "Cento modi di integrare"; Catania, marzo 2017Un nuovo articolo della Casa-Officina è stato pubblicato dalla casa editrice Franco Angeli, all'interno del volume "Spazi della parola, tempo dell'infanzia"; Palermo, 21 gennaio 2017Ottava edizione dell’iniziativa “Notte dei Racconti”, che prevede racconti e storie nelle case di tutto il mondo; Catania, 3-4 dicembre 2016Partecipazione al corso di aggiornamento e confronto sulle tecniche montessoriane,all’interno del Festival FIL, Felicità Interna Lorda; Palermo, novembre 2016 – aprile 2017Gnam gnam. Incontri sulla sana alimentazione, progetto di educazione alimentare rivolto a genitori e adulti del territorio; Palermo, ottobre 2016 – giugno 2017Laboratori d’inglese “Urban Kids”, per piccoli dai 2 ai 5 anni, e “World Citizens”, per bambini dai 6 ai 10 anni. Un'immersione linguistica in cui giochi, musica, movimento e teatro stimolano l'apprendimento; Palermo, ottobre 2016 – maggio 2017Corrispondenza epistolare con la scuolina libertaria “I Prataioli” di Pavullo, in provincia di Modena. Uno scambio epistolare pensato per incoraggiare i nostri bambini nell'apprendimento della scrittura; Abbiategrasso (MI), 10-11 settembre 2016Partecipazione al settimo incontro nazionale della Rete di Educazione Libertaria; Palermo, da settembre 2016 Inizia un nuovo anno del Centro dell’infanzia che accoglie quotidianamente, dalla mattina al pomeriggio, bambini e bambine di differenti età, coinvolgendoli in percorsi educativi e creativi, rispettosi dei loro bisogni e dei loro tempi e che incoraggiano la curiosità per il mondo; Palermo, luglio 2016 Officina del Sole - Tempo d’estate per bambini e adulti, attraverso la pedagogia narrativa e cooperativa; Palermo, 30 aprile 2016 Porte Aperte alla Casa-Officina, pomeriggio di incontro con famiglie, educatori, musicisti, scrittori, pediatri, curiosi e sognatori che sono arrivati da diverse parti della città e d'Italia per conoscere il Centro; Palermo, dicembre 2015 – marzo 2016Progetto di Crowdfunding "Un libro, un dono" , che ha permesso di raccogliere tanti libri per l’infanzia in più lingue, arricchendo così ulteriormente la prima biblioteca plurilingue per l’infanzia di Palermo; Palermo, novembre 2015 – giugno 2016 Laboratorio d’inglese “Travellers” per bambini dai 2 ai 5 anni. La metodologia adottata da anni alla Casa-Officina prevede un'immersione linguistica in cui giochi, musica, movimento, teatro stimolano l'apprendimento. Palermo, 26 settembre 2015Open Day del Centro per l’infanzia, con giochi in libertà nel giardino e letture in biblioteca; Palermo, da settembre 2015Inizia un nuovo anno del Centro dell’infanzia che accoglie quotidianamente, dalla mattina al pomeriggio, bambini e bambine di differenti età, coinvolgendoli in percorsi educativi e creativi, rispettosi dei loro bisogni e dei loro tempi e che incoraggiano la curiosità per il mondo. Palermo, 6-31 luglio 2015Officina del Sole - Tempo d’estate per bambini e adulti, attraverso la pedagogia narrativa e cooperativa;  Palermo, 7 giugno 2015Laboratorio di narrazione “Storie a terra, storie di terra”, all’interno dell’iniziativa “Family Village”, organizzata da PalermoBabyPlanner.it; Palermo, 22 aprile 2015Adesione alla Rete “Orti di Pace” Palermo, 11 aprile 2015Presentazione del libro “Fantasilandia” (ed.  Akkuaria) di Giusi Lo Russo, all’interno dell’iniziativa “Crescere in questa città. Attività e laboratori per bambini per educare alla bellezza ed al Bene comune”, promossa da AddioPizzo; Palermo, 21 marzo 2015Quarta edizione dell’iniziativa “UNA CASA DI VERSI”, iniziativa di poesia plurilingue della Casa-officina, in occasione del primo giorno di primavera e della Giornata mondiale della Poesia. Quest’anno la Casa-Officina è andata in città a distribuire e regalare agli abitanti e ai luoghi urbani le poesie in tante lingue, raccolte grazie al contributo degli amici della Casa-Officina da tutto il mondo; Palermo, 7 marzo 2015All'interno del Festival della Città educativa di Palermo, la Casa-Officina aderisce e partecipa proponendo il laboratorio di narrazione "HAPPY HOLI. Storie a colori", per genitori e bambini dai 3 anni in su. Il laboratorio si è svolto presso i Cantieri Culturali della Zisa. Una nuova occasione per festeggiare la diversità linguistica e culturale del mondo attraverso un giorno speciale ricco di colori e allegria; Palermo, 30 gennaio 2015Sesta edizione dell’iniziativa “La lunga Notte dei Racconti”, che prevede racconti e storie nelle case di tutto il mondo; Catania, 13 gennaio 2015Intervento “Occhi, orecchie e cuore aperti. Pratiche di narrazione plurilingue, ascolto attivo ed educazione interculturale” all’interno del Seminario “Spazi della parola, tempo dell’infanzia”, organizzato dall’Università di Catania; Palermo, da ottobre 2014La piccola Officina, in collaborazione con l’Officina Creativa Interculturale, ha attivato il progetto "Lingue a casa. Accogliere e imparare con i migranti", approvato dalla Tavola Valdese e finanziato con i fondi dell'Otto per Mille, per accogliere nel Centro per l'infanzia della Casa-Officina tre bambini figli di migranti, offrendo loro una borsa di studio che coprirà quasi totalmente il contributo di frequenza per un anno. Inoltre, il progetto prevede un corso gratuito di italiano per i genitori e altre persone migranti della città, perché possano migliorare le competenze linguistiche; San Mauro Pascoli-Santarcangelo di Romagna (FC), 18-19 ottobre 2014La Casa-Officina partecipa al IV incontro nazionale della Rete Di Cooperazione Educativa, fondata da Mario Lodi, e condurre un laboratorio di formazione sugli spazi accoglienti e plurilingue; Palermo, ottobre 2014 – giugno 2015LEMON TREE, Laboratorio di lingua inglese, per bambini dai 2 ai 5 anni. La metodologia adottata da anni alla Casa-Officina prevede un'immersione linguistica in cui giochi, musica, movimento, teatro stimolano l'apprendimento. Nel grande giardino della Casa-Officina si imparerà l'inglese tra gli alberi e i fiori, con attività all'aperto. Nella biblioteca plurilingue per l’infanzia della Casa-Officina è inoltre possibile immergersi tra libri in lingua originale, per scoprire l'inglese attraverso immagini e parole; Palermo, da ottobre 2014Progetto “Tutte le strade portano a scuola”, promosso in collaborazione con l’Officina Creativa Interculturale, il Cesie, l’associazione Nahuel, l’Istituto Tecnico Trasporti e Logistica “Gioeni Trabia” e l’I.C. “Amari-Roncalli-Ferrara” e finanziato da “Fondazione con il Sud” 2014-2016. L’obiettivo principale è quello di promuovere azioni concrete educative e formative che contrastino la dispersione scolastica, coinvolgendo insegnanti, educatori, studenti e genitori del territorio palermitano; Palermo, ottobre 2014Adesione alla costruzione del Festival della Città Educativa, promosso dal Comune di Palermo, per lo sviluppo di un Progetto integrato di Città Educativa; Palermo, settembre 2014 – giugno 2015Inizia un nuovo anno del Centro dell’infanzia che accoglie quotidianamente, dalla mattina al pomeriggio, bambini e bambine di differenti età, coinvolgendoli in percorsi educativi e creativi, rispettosi dei loro bisogni e dei loro tempi e che incoraggiano la curiosità per il mondo. Palermo, 1 settembre 2014Inizia un nuovo anno al Centro mattutino per l’infanzia, con bambini fino ai 6 anni; Palermo, giugno – luglio 2014OFFICINA DEL SOLE, tempo d’estate con bambini e ragazzi, attraverso la pedagogia narrativa e cooperativa; Palermo, 30 maggio 2014BIANCANOTTE, Laboratorio di narrazione all'interno della III NOTTE BIANCA DELLA SCUOLA, in collaborazione con il Settore Servizi Educativi del Comune di Palermo; Palermo, 18 maggio 2014UNA FIABA LUNGA UNA DOMENICA, Laboratorio di narrazione all’interno dell’iniziativa “PalermoBimbi Day”; Palermo, 18 maggio 2014E TU, CHE ALBERO SARAI? Laboratorio di narrazione alla Fiera del Consumo critico AddioPizzo; Palermo, 11 maggio 2014UNA FIABA LUNGA UNA DOMENICA, Laboratorio di narrazione all’interno dell’iniziativa “Family Village”; Palermo, 9 maggio 2014Laboratorio “Storie di piccole cose” alla Festa dell’Europa, in collaborazione con Euromed Carrefour; Palermo, 27 aprile 2014I PALAZZI SONO ALBERI, Laboratorio di narrazione per bambini e adulti, al’interno dell’iniziativa “Earth Day 2014” all’Orto Botanico Palermo, 5 aprile 2014IL LIBRO CHE NON C’E’, Laboratorio di costruzione del libro per bambini e genitori, in occasione della Giornata internazionale del Libro per bambini e ragazzi Palermo, novembre – dicembre 2013IL COPIONE CURIOSO. Laboratori di teatro interculturale per bambini, genitori e nonni; Palermo, 21 novembre 2013FESTA NAZIONALE DELL'ALBERO. Percorso sensoriale alla Casa-Officina, aperto alle famiglie e agli studenti della Casa-Officina; Palermo, ottobre 2013 - giugno 2014Doposcuola e supporto scolastico, con bambini di scuola primaria e media Palermo, ottobre 2013 - maggio 2014Laboratori di inglese e narrazione rivolti a bambini (dai 2 ai 14 anni), presso la Casa-Officina; Palermo, 5 ottobre 2013La piccola Officina aderisce alla rete internazionale delle Eco-Schools, programma internazionale della Foundation For Environmental Education -FEE- per l'educazione, la gestione e la certificazione ambientale; Palermo, 28 settembre 2013OPEN DAY, Incontro di presentazione dei nuovi laboratori e corsi della Casa-Officina; Palermo, 2 settembre 2013Apre il CENTRO PER L’INFANZIA “LA PICCOLA OFFICINA”, presso la nuova Casa-Officina Palermo, 23 giugno 2013INAUGURAZIONE DELLA NUOVA CASA-OFFICINA, in via Cuba 46 Palermo, 8 marzo 2013Fondazione dell’associazione di promozione sociale “La piccola Officina”. Read more

C

CV Officina Creativa Interculturale

  Cina, 4-16 luglio 2018 “I mille volti del drago”, secondo viaggio culturale in Cina organizzato dalla Casa-Officina; Palermo, giugno - luglio 2018 Summer camp per bambini di scuola d’infanzia e primaria, presso l’Istituto Gonzaga; Palermo, 16 aprile 2018 Erasmus + - TRAINING OF TRAINERS - IT’S UP TP ME 5 Formazione per formatori internazionali, condotta da Susana Lopes da Silva; Palermo, febbraio - luglio 2018 L’”Officina Creativa Interculturale” è l’Organizzazione di ospitalità del progetto di Servizio Volontario Europeo “MA2P. Move Art To People”, in partenariato con associazioni ungheresi e portoghesi; Palermo, gennaio - febbraio 2018 QCina - laboratorio di cucina cinese; Palermo, ottobre 2017 - giugno 2018 Corsi di lingua e cultura cinese per giovani e adulti, presso la sede operativa e presso gli Istituti aderenti alla rete “Cina a scuola”; Palermo, 26 settembre 2017 Partecipazione al seminario “Palermo in tutte le lingue”, in occasione della Giornata Europea delle Lingue; Palermo, settembre 2017 Raccolta adesioni e sottoscrizione Rete “Cina a scuola”, in partenariato con diversi Istituti della città; Cina, 27 luglio 2017 - 1 agosto 2017“I mille volti del drago”, primo viaggio culturale in Cina organizzato dalla Casa-Officina; Palermo, marzo 2017 – luglio 2017L’”Officina Creativa Interculturale” è l’Organizzazione di ospitalità del progetto di Servizio Volontario Europeo “REC. Real ExperienCe”, in partenariato con associazioni greche e portoghesi. La Casa-Officina ha accolto due volontarie, che hanno vissuto un’esperienza interculturale e formativa in un contesto multilingue, con bambini e con adulti, e hanno realizzato un video per diffondere e far conoscere la loro esperienza di volontariato tra i giovani d’Europa; Palermo, aprile 2017 – giugno 2017L”Officina Creativa Interculturale” è l’Organizzazione di ospitalità del progetto di Servizio Volontario Europeo “BROADEN YOUR HORIZON”. La Casa-Officina ha accolto due volontarie dalla Turchia e dall’Afghanistan, che con immagini colori e musica hanno raccontato i loro Paesi ai bambini e alle bambine della Casa-Officina; Palermo, febbraio 2017 – giugno 2017Scuola di italiano gratuita per stranieri, che ha accolto decine di giovani e adulti provenienti da diversi Paesi; Palermo, febbraio 2017 – maggio 2017Workshop di lingua e cultura cinese. Nei workshop organizzati all’interno dei corsi di lingua e cultura cinese, gli studenti hanno occasione di approfondire il lessico e gli elementi comunicativi relativi alla geografia, all'arte, alle tradizioni della Cina; Palermo, 9 febbraio 2017I volontari della Casa-Officina, provenienti da Grecia e Portogallo, hanno incontrato gli studenti del liceo "Regina Margherita", per far conoscere le opportunità del programma Erasmus Plus e dei progetti di Servizio Volontario Europeo; Palermo, 21 gennaio 2017Ottava edizione dell’iniziativa “Notte dei Racconti”, che prevede racconti e storie nelle case di tutto il mondo; Palermo, 7 dicembre 2016 – 4 gennaio 2017Partecipazione allo scambio di giovani in Grecia “Human rights&freedoms”. Più di 40 giovani provenienti da 6 Paesi diversi hanno approfondito il tema dei Diritti Umani, riflettendo sui diversi articoli della Dichiarazione Universale e confrontandosi sulle situazioni attuali dei Paesi di provenienza; Catania, 3-4 dicembre 2016Partecipazione al corso di aggiornamento e confronto sulle tecniche montessoriane, all’interno del Festival FIL, Felicità Interna Lorda; Palermo, 1 dicembre 2016Le nostre volontarie Gulsah e Cigdem hanno incontrato gli studenti del corso di laurea di Scienze dell'Educazione dell'Università di Palermo, per raccontare la loro esperienza alla Casa-Officina e l'opportunità dei progetti di Servizio Volontariato Europeo (SVE); Palermo, 25 novembre 2016Serata di consegna certificati HSK agli studenti dei corsi di cinese organizzati dalla Casa-Officina; Palermo, 16 novembre 2016Seminario per docenti " Accogliere gli studenti Cinesi a Palermo, strumenti per comprendere la cultura cinese a scuola", tenuto all’interno del Festival della Città Educativa, organizzato in collaborazione con il Comune di Palermo; Palermo, ottobre 2016 – giugno 2017Corsi e laboratori per bambini di lingua e cultura cinese, presso gli Istituti “Giovanni Meli”, “Regina Margherita”, “Ninni Cassarà” e “Gonzaga” di Palermo; Palermo, 30 settembre 2016In occasione della Festa di Addio Pizzo, la Casa-Officina ha organizzato un laboratorio di gioco e narrazione alla scoperta del viaggio; Palermo, 26 settembre 2016Giornata Europea delle Lingue. Intervento sulla didattica della lingua e cultura cinese, all’interno del Seminario di formazione per docenti “Palermo in tutte le lingue”, organizzato in collaborazione con International House Language Centre, Institut Francais, Instituto Cervantes, Goethe Zentrum, Istituto Siciliano di Studi Ebraici; Abbiategrasso (MI), 10-11 settembre 2016Partecipazione al settimo incontro nazionale della Rete di Educazione Libertaria; Milano, 8-10 settembre 2016Partecipazione al Seminario di formazione per docenti di storia, organizzato dall’Istituto Confucio dell’Università Cattolica di Milano; Palermo, settembre 2016 - marzo 2017L’”Officina Creativa Interculturale” è l’Organizzazione di ospitalità del progetto di Servizio Volontario Europeo “TREE EVS”, in partenariato con associazioni greche e portoghesi. La Casa-Officina ha accolto due volontari, che hanno vissuto un’esperienza interculturale e formativa in un contesto multilingue, con bambini e con adulti, con attività educative volte a valorizzare l’orto e il giardino del Centro; Palermo, 7 giugno 2016Festa finale del progetto biennale “Tutte le strade portano a scuola”, contro la dispersione scolastica, sostenuto da Fondazione con il Sud e realizzato in collaborazione con La piccola Officina, il Cesie, l’associazione Nahuel, l’Istituto Tecnico Trasporti e Logistica “Gioeni Trabia” e l’I.C. “Amari-Roncalli-Ferrara”; Palermo, 28 maggio 2016Workshop finale di lingua e cultura cinese, all’interno dei corsi 2015/2016 per ragazzi e adulti organizzati dall’Officina Creativa Interculturale; Palermo, 27 maggio 2016 “Lingue in gioco”, laboratorio all'interno dell'iniziativa "Piazzamoci!" organizzata da AddioPizzo a Piazza Magione; Palermo, 12 maggio 2016Laboratorio di narrazione. La Casa-Officina ha partecipato per il quinto anno alla Festa dell'Europa, organizzata da Euromed Carrefour Sicilia; Palermo, 16 aprile 2016 Workshop finale di lingua e cultura cinese, all’interno dei corsi 2015/2016 per ragazzi e adulti organizzati dall’Officina Creativa Interculturale; Palermo, marzo 2016 - marzo 2017L’”Officina Creativa Interculturale” è l’Organizzazione di ospitalità del progetto di Servizio Volontario Europeo “BROADEN YOUR HORIZON”, in partenariato con un’associazione turca. La Casa-Officina ha accolto due volontarie, che hanno vissuto un’esperienza interculturale e formativa in un contesto multilingue, con bambini e con adulti, e hanno realizzato una mappa interattiva su Palermo; Palermo, 18 marzo 2016Tavola Rotonda "Tra il dire e il fare per un'altra scuola possibile", all’interno del Tour italiano del Movimento di Cooperazione Educativa (MCE); Palermo, 11 marzo 2016 Conferenza “Introduzione alla lingua cinese. Parole e simboli”, presso la sede dell’associazione Qi; Palermo, 20 febbraio 2016Workshop finale di lingua e cultura cinese, all’interno dei corsi 2015/2016 per ragazzi e adulti organizzati dall’Officina Creativa Interculturale; Palermo, 30 gennaio 2016Settima edizione dell’iniziativa “La lunga Notte dei Racconti”, che prevede racconti e storie nelle case di tutto il mondo; Palermo, settembre 2015 - febbraio 2016L’”Officina Creativa Interculturale” è l’Organizzazione di ospitalità del progetto di Servizio Volontario Europeo “EVS ON AIR”, in partenariato con associazioni ungheresi e polacche. La Casa-Officina ha accolto due volontarie, che hanno vissuto un’esperienza interculturale e formativa in un contesto multilingue, con bambini e con adulti, e si sono impegnate nella raccolta di storie plurilingue per l’infanzia; Palermo, da novembre 2015 - giugno 2016Corsi di lingua cinese per adulti, per ragazzi e per bambini, presso il Centro Educativo Ignaziano, il Liceo “Giovanni Meli” e il liceo “Benedetto Croce” di Palermo; Palermo, novembre 2015 - maggio 2016 Scuola d’italiano gratuita per stranieri, rivolta ad adulti migranti; Palermo, 26 settembre 2015Laboratorio creativo di scrittura cinese per curiosi e viaggiatori – Workshop organizzato e condotto all’interno della manifestazione “Palermo in tutte le lingue 2015”, in occasione della Giornata Europea delle Lingue 2015; Palermo, 26 settembre 2015Intervento “La lingua cinese, un ponte che conduce lontano”, all’interno del Seminario per docenti organizzato dall’International House in occasione della Giornata Europea delle Lingue 2015; Palermo, 25 settembre 2015Intervento alla Conferenza “Le lingue a Palermo. Racconti d'esperienza” , presso la Sala delle Lapidi del Comune di Palermo, all’interno della manifestazione “Palermo in tutte le lingue 2015”, promossa dal Comitato “Ballarò significa Palermo”. L’intervento si è focalizzato sulle esperienze della Casa-Officina di promozione della lingua e cultura cinese; ZhangZhou (Henan, Cina), 5-12 agosto 2015Masterclass di canto italiano per studenti cinesi, organizzata dal Centro dell’Arte e cultura internazionale “欧飞中国 – Officina”, in collaborazione con l’Officina Creativa Interculturale; Palermo, 19 giugno 2015Workshop sulla lingua e cultura cinese, con gli studenti dei corsi realizzati nell’anno 2014/2015, presso la Casa-Officina; Palermo, 16 giugno 2015Visita guidata alla Galleria d’Arte Moderna con le studentesse della Scuola d’Italiano per stranieri e con le mamme del Centro per l’infanzia della Casa-Officina. L’iniziativa è inserita nel progetto “Lingue a casa. Accogliere e crescere con i migranti”, finanziato dall’Otto per Mille della Tavola Valdese; Palermo, 21 marzo 2015Quarta edizione dell’iniziativa “UNA CASA DI VERSI”, iniziativa di poesia plurilingue della Casa-officina, in occasione del primo giorno di primavera e della Giornata mondiale della Poesia. Quest’anno la Casa-Officina è andata in città a distribuire e regalare agli abitanti e ai luoghi urbani le poesie in tante lingue, raccolte grazie al contributo degli amici della Casa-Officina da tutto il mondo; Palermo, da marzo 2015Scuola d’italiano per stranieri, rivolta a donne migranti, promossa grazie al sostegno della Tavola Valdese; Palermo, 7 marzo 2015All'interno del Festival della Città educativa di Palermo, la Casa-Officina aderisce e partecipa proponendo il laboratorio di narrazione "HAPPY HOLI. Storie a colori", per genitori e bambini dai 3 anni in su. Il laboratorio si è svolto presso i Cantieri Culturali della Zisa. Una nuova occasione per festeggiare la diversità linguistica e culturale del mondo attraverso un giorno speciale ricco di colori e allegria; Palermo, 22-28 febbraio 2015Dal 22 al 28 febbraio 2015 si è svolto il Corso di formazione internazionale "Butterfly Effect", organizzato dall'Officina Creativa Interculturale a Palermo e finanziato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani: 20 partecipanti provenienti da Lettonia, Portogallo, Ungheria e Italia hanno sperimentato il linguaggio non verbale, dalla danza al movimento, dalla musica alle immagini, come strumento per superare le incomprensioni e i conflitti della comunicazione interculturale; Palermo,febbraio – settembre 2015L’”Officina Creativa Interculturale” accoglie e coordina il progetto di Servizio Volontario Europeo “NINE. New Ideas, New Europeans”, finanziato dall’Agenzia Nazionale per i giovani. La Casa-Officina ospita per sei mesi due volontarie dall’Ungheria, in un contesto plurilingue e formativo. Palermo, 30 gennaio 2015Sesta edizione dell’iniziativa “La lunga Notte dei Racconti”, che prevede racconti e storie nelle case di tutto il mondo; Catania, 13 gennaio 2015Intervento “Occhi, orecchie e cuore aperti. Pratiche di narrazione plurilingue, ascolto attivo ed educazione interculturale” all’interno del Seminario “Spazi della parola, tempo dell’infanzia”, organizzato dall’Università di Catania; Palermo, gennaio – giugno 2015Corsi di lingua cinese per adulti e per ragazzi (livello iniziale e preparazione alla certificazione HSK), presso il Liceo “Giovanni Meli”; Palermo, novembre 2014 – febbraio 2015L’”Officina Creativa Interculturale” è stata l’Organizzazione di ospitalità del progetto di Servizio Volontario Europeo “EVS for Kastamonu 1”, sviluppato dall’associazione Kastamonu Genҫlik Grubu di Istanbul (Turchia). La Casa-Officina ha accolto due volontarie, che hanno vissuto un’esperienza interculturale e formativa in un contesto multilingue, con bambini e con adulti. Palermo, novembre 2014 – giugno  2015Corsi di lingua cinese per adulti, per ragazzi e per bambini (livello iniziale e preparazione alla certificazione HSK), presso il Centro Educativo Ignaziano; Palermo, 3 novembre 2014La Convenzione con l’Università di Palermo è attiva per accogliere alla Casa-Officina tirocinanti dalla facoltà di Scienze della Formazione; Palermo, ottobre 2014 – maggio 2015Laboratorio di inglese e narrazione per bambini della scuola materna, presso l’Istituto Valdese di Palermo; Palermo, da ottobre 2014L’Officina Creativa Interculturale, in collaborazione con La piccola Officina, ha attivato il progetto "Lingue a casa. Accogliere e imparare con i migranti", approvato dalla Tavola Valdese e finanziato con i fondi dell'Otto per Mille, per accogliere nel Centro per l'infanzia della Casa-Officina tre bambini figli di migranti, offrendo loro una borsa di studio che coprirà quasi totalmente il contributo di frequenza per un anno. Inoltre, il progetto prevede un corso gratuito di italiano per i genitori e altre persone migranti della città, perché possano migliorare le competenze linguistiche; San Mauro Pascoli-Santarcangelo di Romagna (FC), 18-19 ottobre 2014La Casa-Officina partecipa al IV incontro nazionale della Rete Di Cooperazione Educativa, fondata da Mario Lodi, e condurre un laboratorio di formazione sugli spazi accoglienti e plurilingue; Palermo, ottobre 2014Adesione alla costruzione del Festival della Città Educativa, promosso dal Comune di Palermo, per lo sviluppo di un Progetto integrato di Città Educativa; Palermo, da ottobre 2014Progetto “Tutte le strade portano a scuola”, promosso in collaborazione con La piccola Officina, il Cesie, l’associazione Nahuel, l’Istituto Tecnico Trasporti e Logistica “Gioeni Trabia” e l’I.C. “Amari-Roncalli-Ferrara” e finanziato da “Fondazione con il Sud” 2014-2016. L’obiettivo principale è quello di promuovere azioni concrete educative e formative che contrastino la dispersione scolastica, coinvolgendo insegnanti, educatori, studenti e genitori del territorio palermitano; Palermo, settembre 2014 – ottobre 2015Mediazione nelle scuole e in strutture ospedaliere con migranti cinesi, all’interno del progetto “Medina” del Comune di Palermo; Palermo, 19 luglio 2014Laboratorio creativo per promuovere la cittadinanza attiva e la partecipazione democratica sulla spiaggia, con la comunità palermitana; Palermo, 27 giugno 2014ERASMUS PLUS – Incontro aperto per conoscere le tante possibilità di formazione non formale in Europa, organizzato presso la Domus Carmelitana di Palermo; Palermo, 21-28 giugno 2014Scambio di giovani “TIN. Tomorrow is Now!”, progetto europeo all’interno del programma “Gioventù in Azione” (Azione 1.1), volto a superare i pregiudizi e gli stereotipi della mafia, che ha coinvolto gruppi di giovani da Slovacchia, Italia, Grecia e Cipro; Palermo, 29 maggio 2014“PENSARE LA SCUOLA … SOGNARE LA NOSTRA SCUOLA: CITTADINANZA, PARTECIPAZIONE E CONSULTA DELLA SCUOLA”, incontro di formazione all'interno della XX edizione dell'iniziativa cittadina "Palermo apre le porte. La scuola adotta la città", in collaborazione con il Settore Servizi Educativi del Comune di Palermo; Palermo, 23 maggio 2014UN ASSAGGIO D’EUROPA, incontro multiculturale sulla cultura greca, portoghese e ungherese, organizzato dall’assistente Grundtvig e dalle volontarie europee della Casa-Officina; Palermo, 18 maggio 2014E TU, CHE ALBERO SARAI? Laboratorio di narrazione alla Fiera del Consumo critico AddioPizzo; Palermo, 9 maggio 2014Laboratorio “Storie di piccole cose” alla Festa dell’Europa, in collaborazione con Euromed Carrefour; Palermo, 27 aprile 2014I PALAZZI SONO ALBERI, Laboratorio di narrazione per bambini e adulti, al’interno dell’iniziativa “Earth Day 2014” all’Orto Botanico; Palermo, 16 aprile 2014Incontro informativo sulla XXX RIDEF, evento internazionale degli educatori Freinet; Palermo, 5 aprile 2014IL LIBRO CHE NON C’E’, Laboratorio di costruzione del libro per bambini e genitori, in occasione della Giornata internazionale del Libro per bambini e ragazzi; Palermo, 28 marzo 2014Incontro multiculturale “Miti e leggende d’Europa”, sulla cultura greca, portoghese, olandese e tedesca, organizzata da ex-studenti della Scuola di italiano per stranieri della Casa-Officina; Palermo, 22 marzo 2014Terza edizione dell’iniziativa “UNA CASA DI VERSI”, incontro di poesia plurilingue alla Casa-officina, in occasione del primo giorno di primavera e della giornata mondiale della poesia; Palermo, 14-15 marzo 2014L’esperienza della Casa-Officina viene raccontata all’interno del Convegno nazionale “A scuola nessuno è straniero. Pratiche interculturali in classe e nella città”, organizzato dalla casa editrice Giunti; Palermo, marzo-giugno 2014Corso di lingua e cultura cinese presso il liceo “Giovanni Meli”; Reggio Emilia, 21-23 febbraio 2014L’esperienza della Casa-Officina viene scelta come esperienza di servizio educativo da approfondire all’interno delle Commissioni di lavoro del XIX Convegno dei servizi educativi e delle scuole d'infanzia "Educazione e/è politica", organizzato dal Gruppo Nazionale Nidi Infanzia in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia e il Centro Internazionale “Loris Malaguzzi”; Palermo, 22 febbraio 2014Quinta edizione dell’iniziativa “La notte dei racconti a Palermo, dedicata alla narrazione e alla lettura plurilingue nelle case; Palermo, 3 febbraio 2014Evangelia ed Hajnalka sono le due volontarie europee (Programma “Gioventù in Azione”, Azione 2 SVE) arrivate alla Casa-Officina per  condividere con bambini e adulti le tante esperienze educative dell’anno 2014; Palermo, 1 febbraio 2014WORKSHOP DI CALLIGRAFIA CINESE, condotto dall'artista cinese Cui Ying, presso la Casa-Officina; Palermo, 31 gennaio 2014CAPODANNO CINESE 2014. Serata di musica, arte e giochi linguistici presso il Centro Educativo Interculturale "Casa-Officina", con l'esibizione musicale di Zhu Handong, Zhu Yizhang e Xu Meng, la performance di calligrafia di Cui Ying, l'installazione di oggetti tradizionali e contemporanei della Cina e le attività linguistiche organizzate dall'Officina Creativa Interculturale; Palermo, 16 gennaio 2014INCONTRO SULL'EDUCAZIONE LIBERTARIA, con Andrea Sola del Centro Pandora di Mestre e i cittadini della Rete Mettere in Comune di Palermo; Palermo, 15 gennaio 2014FADO: PAIXAO LUSITANA/ FADO: PASSIONE LUSITANA. Incontro di lingua e cultura portoghese sulla tradizione popolare del fado; Palermo, 6 gennaio 2014BEFANA IN LIBRERIA, Letture animate a cura di Adele Cammarata e Daniela Vaccaro di Officina Creativa Interculturale, presso la libreria “Modus Vivendi”; Palermo, 11 dicembre 2013PORTO INVI(C)TA. Incontro di lingua e cultura portoghese sulla città che ha dato origine al nome del Portogallo e al vino Porto; Palermo, 4 dicembre 2013EMILY DICKINSON'S DICTIONARY. Incontro di lingua e cultura inglese, su letteratura e poesia; Palermo, 21 novembre 2013FESTA NAZIONALE DELL'ALBERO. Percorso sensoriale alla Casa-Officina, aperto alle famiglie e agli studenti della Casa-Officina; Palermo, 20 novembre 2013 “QUANDO A ALMA NAO E' PEQUENA/QUANDO L'ANIMA NON E' PICCOLA. Un viaggio nell'anima portoghese attraverso la letteratura e la poesia”. Incontro di lingua e cultura portoghese; Palermo, 20 novembre 2013FESTA NAZIONALE DELL'ALBERO. Laboratorio interculturale a Villa Trabia, in collaborazione con il Settore Servizi Educativi del Comune di Palermo, aperto agli studenti delle scuole primarie della città; Palermo, novembre 2103 -giugno 2014Corsi di lingua e cultura cinese per studenti e genitori, presso il Centro Educativo Ignaziano; Palermo, novembre 2103 -maggio 2014SCUOLA DI ITALIANO DELLA CASA-OFFICINA, rivolta e ragazzi e adulti stranieri; Palermo, novembre 2103 -marzo 2014FABBRICA-VERSI. Laboratorio di scrittura e poesia, rivolto ad adulti, su diverse tecniche di creazione e trasformazione di testi e attività di narrazione e ascolto attivo; Palermo, 25-27 ottobre 2013“PASSAGGI”, workshop di formazione su teatro e movimento per crescere in una società multiculturale, rivolto a mediatori ed educatori; Cadoneghe e Vigodarezere (PD), 12-13 ottobre 2013La Casa-Officina partecipa al terzo Convegno nazionale “I passi dell’educare” della Rete di cooperazione educativa, promossa dalla Casa delle arti e del gioco di Mario Lodi; Palermo, ottobre 2013 - maggio 2014Laboratorio di inglese e narrazione per bambini della scuola materna, presso l’Istituto Valdese di Palermo; Palermo, ottobre 2013 - maggio 2014Corso di lingua cinese per adulti, presso la Casa-Officina; Palermo, 28 settembre 2013OPEN DAY, Incontro di presentazione dei nuovi laboratori e corsi della Casa-Officina; Palermo, 12 settembre 2013Susana Lopes da Silva arriva alla Casa-Officina per collaborare con il centro educativo interculturale per un anno, grazie ad un progetto di assistentato Grundtvig; Palermo, 26 agosto 2013Primo posto in graduatoria dei soggetti interessati alla co-progettazione in partenariato con il Comune di Palermo (Settori Servizi Socio-Assistenziali), in rete con l’ass. Nahuel e Medi@zioni s.r.l Palermo, 17-24 agosto 2013Organizzazione dello scambio di giovani “CLAC. Cor Leone All Colors”, progetto europeo al’interno del programma “Gioventù in Azione” (Azione 1.1), su migrazione e lavoro, che ha coinvolto gruppi di giovani da Slovacchia, Italia, Grecia e Lettonia Palermo, 23 giugno 2013INAUGURAZIONE DELLA NUOVA CASA-OFFICINA, in via Cuba 46 Palermo, 19 giugno 2013Inserimento in azioni B - D - F nella graduatoria dei soggetti interessati alla co-progettazione con il Comune di Palermo (Servizi educativi) per interventi volti alla prevenzione del disagio scolastico, alla promozione della crescita personale e al benessere individuale e sociale, all'elaborazione di percorsi di formazione Palermo, 7 giugno 2013Presentazione del libro “Cose che succedono” di Daniele Sicari Palermo, 31 maggio 2013Laboratorio di narrazione partecipativa “Una notte da raccontare”, in occasione della seconda Notte Bianca della scuola, organizzata in collaborazione con l’Ufficio Servizi Educativi dell’Assessorato della Pubblica Istruzione del Comune di Palermo Palermo, 25 maggio 2013Inserimento nel Registro delle Associazioni del Terzo settore e degli Enti del no profit della Provincia di Palermo, con specifiche competenze nel settore dell'immigrazione Palermo, 19 maggio 2013Laboratorio di narrazione e colore “Incontri sulla punta delle dita”, rivolto ad adulti e bambini, in occasione dell’VIII Fiera del Consumo critico Addio Pizzo, presso il Giardino Inglese Palermo, 18-19 maggio 2013“Ti racconto il castello della Zisa (in tante lingue)”, visita plurilingue del Castello della Zisa organizzata dalla Scuola d’italiano per stranieri della Casa-Officina, nell’ambito della XIX edizione dell’iniziativa “Palermo apre le porte. La scuola adotta la città” Palermo, 9 maggio 2013Workshop di narrazione interculturale “Il mio mondo a testa in giù”, all’interno della Festa dell’Europa organizzata da “Euromed Carrefour Sicilia” Zafferana Etnea (CT), 9 aprile 2013“Il mio mondo a testa in giù”, workshop di educazione interculturale con gli studenti di V elementare, nell’ambito della 7ª Edizione della “Festa del Libro. Zafferana Etnea”, promossa da Assessorato alla Cultura e alla Pubblica Istruzione del Comune di Zafferana Etnea, Associazione Culturale “Calicanto”, Circolo Didattico di Zafferana Etnea, Istituto Comprensivo di Zafferana Etnea e Andersen Palermo, 5 aprile 2013“Lisboa menina e moça. Una passeggiata nella cultura portoghese”, incontro di lingua e cultura portoghese per adulti, presso la Casa-Officina Palermo, 23 marzo 2013Seconda edizione dell’incontro di poesia plurilingue “UNA CASA DI VERSI”, alla Casa-Officina, per festeggiare l’inizio della primavera e la giornata mondiale della poesia Palermo, 12 marzo 2013“Cuciniamo i jiaozi”, workshop di cucina cinese, presso il ristorante “Drago” Palermo, 22 febbraio 2013Quarta edizione dell’iniziativa “La notte dei racconti a Palermo, dedicata alla narrazione e alla lettura plurilingue nelle case Palermo, 14 febbraio 2013Video partecipativo e adesione a “One billion rising”, per sostenere la lotta contro la violenza sulle donne Palermo, 13 febbraio 2013“Festa della coperta”. Storie al calduccio e concorso per la creazione di una bellissima coperta multicolore, presso la Casa-Officina Palermo, 1-2-3 febbraio 2013“1° FESTIVAL DELLA CULTURA CINESE A PALERMO”. Tre giorni di incontri, workshop e laboratori sulla lingua e la cultura cinese in Cina e a Palermo, in prossimità del Capodanno Cinese, organizzati dall’Officina Creativa Interculturale. L'iniziativa ha avuto il patrocinio della Provincia Regionale di Palermo e del Comune di Palermo e la collaborazione dell’Istituto Comprensivo Amari – Roncalli – Ferrara, del Museo Internazionale delle Marionette “A. Pasqualino”, dell’Associazione degli Artisti Cinesi in Italia, del Ristorante cinese “Il Drago” e del B&B “Carella” Palermo, febbraio - aprile 2013Laboratorio di teatro interculturale “Il copione curioso”, rivolto a bambini, genitori e nonni insieme, presso la Casa-Officina Palermo, febbraio - maggio 2013Laboratorio di inglese e narrazione rivolti a bambini di scuola primaria, presso la Casa-Officina Palermo, gennaio - marzo 2013Laboratori di cultura cinese “Draghi cinesi e ciotole di riso”, rivolti a bambini e genitori insieme, presso la Casa-Officina Palermo, 19 novembre 2012Laboratorio interculturale “Fiori di stelle e pentole dondolanti. Viaggio tra le più importanti tradizioni e storie natalizie in Messico”, all’interno dell’iniziativa CANTIERI DI NATALE ALLA ZISA, presso i Cantieri Culturali della Zisa Palermo, novembre – dicembre 2012IL NATALE NON E’ DAPPERTUTTO UGUALE, ciclo di laboratori interculturali per bambini e adulti, sulle più importanti tradizioni e storie natalizie in Messico, Germania, Nigeria e Italia. Palermo, 17-18 novembre 2012Seminario di formazione “Fare del mondo la propria casa”, sulla narrazione e la città, rivolto a insegnanti e operatori nel campo dell’educazione interculturale. L’esperienza formativa è stata realizzata in collaborazione con la Scuola Interculturale di Formazione del MCE, con sede a Roma. Palermo, 15 novembre 2012“La certificazione di lingua cinese HSK”. Incontro esplicativo per adulti sulla certificazione internazionale HSK, presso la Casa-Officina Palermo, novembre 2012 - maggio 2013Incontri mensili di lingua, cultura e narrazione per bambini e per adulti, presso la LIBRERIA LA FELTRINELLI Palermo, novembre 2012 - maggio 2013CASA DEL DRAGO Progetto in collaborazione con la scuola Amari-Roncalli per la valorizzazione della lingua e cultura cinese, studio della lingua italiana e attività interculturali per studenti di origine cinese. Palermo, novembre 2012 - maggio 2013SCUOLA DI ITALIANO DELLA CASA-OFFICINA, rivolta e ragazzi e adulti stranieri Palermo, novembre 2012 - maggio 2013Incontri mensili di lingua e cultura cinese, inglese e araba alla Casa-Officina Palermo, 21-26 ottobre 2012Settimana di formazione per insegnanti volontari di italiano L2, all’interno del progetto di Scuola di italiano per stranieri della Casa-Officina Palermo, ottobre 2012 - maggio 2013Laboratori di inglese e narrazione rivolti a bambini della scuola materna e della scuola primaria, presso l’Istituto Valdese di Palermo Palermo, ottobre 2012 - maggio 2013Laboratori di inglese e narrazione rivolti a bambini in età prescolare, presso la Casa-Officina Palermo, ottobre 2012 - maggio 2013Corsi di lingua cinese, inglese e araba per adulti Palermo, ottobre 2012 – giugno 2013Iordanis ed Evelin sono i due volontari europei (Programma “Gioventù in Azione”, Azione 2 SVE) della Casa-Officina e condividono con bambini e adulti le tante esperienze educative dell’anno 2012/2013 Palermo, 11-22 giugno 2012OFFICINA DEL SOLE, settimane educative d’estate, per bambini e adulti, attraverso la pedagogia narrativa e cooperativa (ODISSEA. IL VIAGGIO ed EQUINOZI E SOLSTIZI) Palermo, 9 giugno 2012TANGRAM, quarto e ultimo incontro del percorso per bambini e adulti “Ombre e fili di seta. Viaggio in Asia”, sul gioco tradizionale cinese Palermo, 6 giugno 2012Laboratorio “I libri viaggiatori raccontano” alla Festa del Libro della Scuola Secondaria di Primo Grado “G. Garibaldi” Palermo, 3 giugno 2012Laboratorio di narrazione “Tracce sotto la tenda” al Festival “Una Marina di Libri” a Palazzo Steri, promosso da Navarra Editore e Centro Commerciale Naturale “Piazza Marina e Dintorni” Palermo, 30 maggio 2012Laboratorio “Gli alberi raccontano” alla Festa del Libro della Scuola Primaria Statale “S.S. Tomaselli”, con bambini delle prime, seconde e terze classi Tianjin (Cina) – Firenze, 29 maggio 2012Intervento su Skype all’interno della giornata “Scambiando s’impara” sui progetti di valorizzazione e scambio dell’italiano e del cinese, promossa dal COSPE Palermo, 25 maggio 2012Laboratorio “I libri viaggiatori raccontano” presso la libreria Feltrinelli e lancio notturno della lanterne dalla scalinata del Teatro Massimo, alla Prima Notte Bianca della Scuola, organizzata in collaborazione con l’Ufficio Servizi Educativi dell’Assessorato della Pubblica Istruzione del Comune di Palermo  Palermo, 19 maggio 2012OMBRE DI SETA, terzo incontro del percorso per bambini e adulti “Ombre e fili di seta. Viaggio in Asia”, sulle diverse tradizioni di teatro d’ombra Palermo, 13 maggio 2012Laboratorio di narrazione “Tracce sotto gli alberi” alla Fiera del Consumo critico AddioPizzo Palermo, 9 maggio 2012Laboratorio “I libri viaggiatori raccontano” alla Festa dell’Europa, in collaborazione con Euromed Carrefour Palermo, 5 maggio 2012iniziativa “Koinobori al vento”, in occasione della kodomo no hi, la festa dei bambini in Giappone. Palermo, 21 aprile 2012KOLAM A COLORI, secondo incontro del percorso per bambini e adulti “Ombre e fili di seta. Viaggio in Asia”, sui disegni geometrici della tradizione indiana Zafferana Etnea (CT), 16-17 aprile 2012Partecipazione alla sesta edizione della Festa del Libro “Leggere per leggere" (Premio Andersen 2007), promossa dall’Istituto Comprensivo di Zafferana Etnea (CT), con il workshop “Tracce sotto la tenda”” rivolto ai bambini della prima e seconda elementare, sui segni della scrittura e gli Indiani d’America Palermo, 31 marzo 2012Nasce l’orto della Casa-officina Palermo, 21 marzo 2012UNA CASA DI VERSI, incontro di poesia plurilingue alla Casa-officina, in occasione del primo giorno di primavera e della giornata mondiale della poesia Palermo, 17 marzo 2012BATIK E SPEZIE, primo incontro del percorso per bambini e adulti “Ombre e fili di seta. Viaggio in Asia”, sulla tecnica indonesiana di pittura su tessuto Palermo, marzo – maggio 2012l’Officina Creativa Interculturale è membro del Comitato Organizzatore della Prima Notte Bianca della Scuola, in collaborazione con l’Ufficio Servizi Educativi dell’Assessorato della Pubblica Istruzione del Comune di Palermo Palermo, 17 febbraio 2012“La notte dei racconti a Palermo”, iniziativa promossa per il terzo anno consecutivo, dedicata alla narrazione e alla lettura ad alta voce nelle case. Palermo, 11 febbraio 2012“Un viaggio nella scuola a colori”, festa itinerante conclusiva del Progetto POR Intercultura "Una scuola a colori. Parole e immagini per imparare a convivere", in rete con l'Istituto "Amari – Roncalli” e la Scuola di Italiano per Stranieri dell’Università di Palermo Palermo, febbraio – maggio 2012laboratorio di inglese “One little finger” per bambini (3-5 anni) Palermo, 23 gennaio 2012CAPODANNO CINESE all'Istituto "Amari – Roncalli” Atene (Grecia), 27 dicembre 2011 - 4 gennaio 2012partecipazione al terzo incontro “Cor Leone – The Green Alliance” del progetto Youth in Action (Gioventù in Azione) che coinvolge gruppi di giovani da Slovacchia, Italia, Grecia e Lettonia. Caltagirone, 1-2 dicembre 2011Workshop "INTRECCIANDO S'IMPARA", con genitori ed educatrici dei Nidi Comunali, in occasione del 40esimo anno della legge 1044 Palermo, 21 novembre 2011GIORNATA NAZIONALE DELL'ALBERO, Narrazione a Piazza Marina, sotto il grande Ficus Macrophylla, in occasione della Giornata promossa dall’Ufficio Servizi Educativi dell’Assessorato della Pubblica Istruzione del Comune di Palermo Palermo, novembre 2011adesione alla Rete di Cooperazione Educativa "C'è speranza se questo accade a...", promossa dalla Casa delle arti e del gioco di MARIO LODI; Palermo, 15 ottobre 2011ELMER AND THE RAINBOW- ELMER E L'ARCOBALENO, Narrazione italiano-inglese Palermo, 13 ottobre 2011LA FESTA DEGLI ALBERI. Festa dei laboratori di accoglienza all'Istituto "Amari - Roncalli", all’interno del Progetto POR Intercultura "Una scuola a colori. Parole e immagini per imparare a convivere" Palermo, ottobre 2011Nasce all’interno dell’associazione “Officina Creativa Interculturale” il gruppo di lavoro “Raccoglitori di parole” Palermo, ottobre 2011 – maggio 2012Corsi di lingua cinese, araba e inglese per adulti Palermo, ottobre 2011 – maggio 2012Laboratorio di inglese e narrazione per bambini della scuola materna e della scuola primaria, presso l’Istituto Valdese di Palermo Palermo, ottobre 2011 – maggio 2012Letture per i bambini della scuola materna “G. Pascoli”, con i lettori volontari della casa-officina. Palermo, 27 settembre 2011Bi.Bi.BARATTO. Il baratto nella casa-officina. La casa-officina ha ospitato il baratto promosso dall'associazione Bi.Bi.Gas Palermo, 27-28 maggio 2011LAVORARE PER L’INTERCULTURA. La ricerca-azione della Scuola Interculturale di Formazione MCE. Presentazione del libro e laboratorio di autoformazione. Palermo, maggio 2011GLI ALBERI RACCONTANO. Viaggio narrativo dalle radici ai rami, tra i miti e i ricordi di alberi e foglie. Appuntamenti di narrazione a Villa Garibaldi e a Villa Trabia. Palermo, 6-8 maggio 2011Palermo apre le porte. La scuola adotta la città. L’associazione ha aderito all’iniziativa del Comune di Palermo e ha adottato il Ficus Macrophylla di Villa Garibaldi Palermo, 5 maggio 2011iniziativa “Koinobori al vento”, in occasione della kodomo no hi, la festa dei bambini in Giappone. Palermo, aprile 2011 – febbraio 2012PROGETTO P.O.R. INTERCULTURA “UNA SCUOLA A COLORI. PAROLE E IMMAGINI PER IMPARARE A CONVIVERE”, in rete con l’Istituto Comprensivo “Amari-Roncalli” e a Scuola di Italiano per Stranieri dell’Università di Palermo Riga (Lettonia), 24-29 aprile 2011partecipazione al secondo incontro “Cor Leone – Somewhere over the rainbow” del progetto Youth in Action (Gioventù in Azione) che coinvolge gruppi di giovani da Slovacchia, Italia, Grecia e Lettonia. Palermo, 15 aprile 2011: “L’ITALIA DELLE FIABEUN VIAGGIO INTERCULTURALE”. Intervento sull’esperienza della bilbioteca plurilingue della casa-officina, durante l’incontro con Vinicio Ongini, dell'Ufficio Integrazione alunni stranieri del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. L’incontro si è svolto presso la Biblioteca delle Balate. Palermo, 6 marzo 2011BATIK E SPEZIE. Laboratorio creativo di pittura su tessuto, con grandi e piccoli. Palermo, 27 febbraio 2011Narrazione italiano-spagnolo. “EL ARCOIRIS Y EL CAMALEÓN – L’ARCOBALENO E IL CAMALEONTE”  Palermo, 21 febbraio 2011corso sperimentale di lingua inglese per bambini 3-5 anni “Around the world” Palermo, 19 febbraio 2011“La notte dei racconti a Palermo”, iniziativa promossa per il secondo anno consecutivo, dedicata alla narrazione e alla lettura ad alta voce nelle case. Palermo, 18 febbraio 2011intervento all’interno della rubrica culturale della trasmissione “A porte aperte” in onda su RadioAction (101.200 fm) Palermo, febbraio-giugno 2011corso di lingua araba per adulti, livello principianti, presso la Casa-officina. Aci Castello, 9-11 febbraio 2011L’associazione “Officina Creativa Interculturale” ha partecipato al convegno nazionale organizzato dal M.I.U.R. “A scuola di Mediterraneo. Ripensare l’educazione e la formazione in contesti multiculturali” con un intervento sulla sperimentazione plurilingue della casa-officina. Palermo, 4 febbraio 2011Incontro aperto “La lingua araba e il Corano”, per promuovere gli incontri informali “Al Aziz”, sulla lingua e la cultura araba. Palermo, 2-3 febbraio 2011Capodanno cinese, festeggiato per il secondo anno consecutivo con gli studenti dell'Istituto Comprensivo "Amari-Roncalli". Palermo, febbraio-aprile 2011progetto sperimentale “Genitori e figli in/con-tatto”, in rete con l’Istituto Comprensivo “A. Ugo” di Palermo e associazioni del quartiere. Palermo, 23 gennaio 2011Narrazione italiano-russo. “PEΠKA – LA RAPA” Palermo, gennaio – maggio 2011corso di lingua italiana per studenti cinesi, presso la sede di AddioPizzo in via Lincoln Palermo, 12 dicembre 2010KOLAM A COLORI. Laboratorio creativo sui disegni rituali dell’India del Sud, con grandi e piccoli. Palermo, novembre 2010 – maggio 2011Letture per i bambini della scuola materna “G. Pascoli”, con i lettori volontari della casa-officina. Palermo, novembre 2010 – febbraio 2011Letture domenicali all’aperto al giardino della Zisa, con i lettori volontari della casa-officina. Palermo, novembre 2010 – gennaio 2011STORIE MORBIDE. Narrazioni e suoni dal mondo, per i piccoli dai 6 mesi ai 2 anni e i loro genitori Palermo, novembre – dicembre 2010I PALAZZI SONO ALBERI. Laboratorio-ricerca sulla città e sugli alberi urbani, con adulti e bambini dai 6 anni. Palermo, ottobre 2010 – maggio 2011corso di lingua inglese per adulti, livello principianti e intermedio Palermo, ottobre 2010 – maggio 2011corso di lingua cinese per adulti, livello intermedio Palermo, ottobre 2010viene pubblicato il sito dell’associazione www.casaofficina.it Padova, 27- 28 ottobre 2010partecipazione al XIII Convegno Nazionale dei Centri Interculturali, dal tema “Fare inte(g)razione tra enti locali, scuola e comunità”. Palermo, 22-23 ottobre 2010Seminario di formazione “La città parla, il corpo racconta” sulla narrazione, il mito e il teatro, rivolto a insegnanti e operatori nel campo dell’educazione interculturale. L’esperienza formativa è stata realizzata in collaborazione con la Scuola Interculturale di Formazione del MCE, con sede a Roma. Palermo, 19 ottobre 2010intervento in occasione dell'inaugurazione della mostra “Non è mai troppo tardi. Alberto Manzi, storia di un maestro” prodotta dal Festival della Filosofia di Modena, Carpi e Sassuolo e ospitata a Palermo dall’I.C. “Amari- Roncalli”. L’Officina è stata invitata per intervenire sull’idea di educazione promossa dal maestro Manzi e sulla ricerca dell’altro nel dialogo educativo. Palermo, 9 ottobre 2010intervento di narrazione e riflessione antropologica sull’infanzia in occasione del Convegno Nazionale dell’Associazione Culturale Pediatri, a sostegno dell’idea che sin dai primi mesi di vita I bambini siano attori partecipi della famiglia e della società. Palermo – Padova, 1 ottobre 2010partecipazione al Barcamp Intercultur@ 2010, organizzato da un gruppo di collaboratori, docenti e studenti del Master in Studi Interculturali e Mediazione Sociale dell’Università di Padova e Trickster Intercultural Lab. Palermo, 24 settembre 2010Incontro di formazione con i lettori volontari della biblioteca plurilingue della casa-officina Palermo, settembre 2010pubblicazione dell’articolo sul progetto “Nati per leggere in tante lingue”, sui Quaderni ACP 2010 (n. 17(4): 186-187), rivista dell’Associazione Culturale Pediatri. Ruzomberok (Slovacchia), 27 agosto – 6 settembre 2010partecipazione al primo incontro “Cor Leone – The Green Puzzle” del progetto Youth in Action (Gioventù in Azione) che coinvolge gruppi di giovani da Slovacchia, Italia, Grecia e Lettonia. Palermo, 28-30 maggio 2010partecipazione alla 5° fiera del consumo critico promossa dal Comitato AddioPizzo, con laboratori di “Fantacinese e altre strane lingue”. Palermo, 22 maggio 2010adesione al progetto nazionale “Nati per leggere”, promosso dall'Associazione Italiana Biblioteche, dall'Associazione Culturale Pediatri e dal Centro per la Salute del Bambino, al fine di diffondere la lettura ad alta voce per i bambini dagli zero ai sei anni. L’associazione propone il primo progetto plurilingue in Italia. Palermo, aprile 2010 – giugno 2011adesione al progetto europeo “P.IN.O.K.I.O.” (Pupils for INnOvation as a Key to Intercultural and social inclusiOn), in collaborazione con la Fondazione Nzionale Carlo Collodi (Italia), l’Università di Madeira (Portogallo), l’Università “Aristotele” di Thessaloniki (Grecia), l’Università Ca’ Foscari di Venezia (Italia), l’ente “Mosaic Art and Sound” di Londra (Inghilterra) e La Fondazione internazionale “Yehudi Menuhin” ASBL di Bruxelles (Belgio). Il progetto europeo è finalizzato a sperimentare strumenti didattici innovativi nel settore delle fiabe e dell’intercultura, attraverso la formazione degli insegnanti e attraverso laboratori creativi e interculturale all’interno di classi materne e primarie del territorio. La sperimentazione a Palermo è stata realizzata dalle insegnanti della D.D. "F.P.Perez". Palermo, 11 aprile 2010narrazione italiano-inglese “The Gingerbread Man – L’omino di pan di zenzero” Palermo, marzo 2010pubblicazione dell’articolo sulla ricerca educativa dell’associazione all’interno della rivista di studi interculturali “Trickster” (http://trickster.lettere.unipd.it/doku.php?id=lingue_future:rizzuto_parlare). Palermo, 1 marzo 2010incontro-laboratorio con i bambini della scuola primaria in occasione della manifestazione nazionale “Una giornata senza di noi” a favore dell’integrazione sociale dei migranti, presso l’Istituto Comprensivo “Amari-Roncalli” Palermo, febbraio – maggio 2010Corso trimestrale di lingua cinese per adulti, livello principianti, presso la sede dell’ “associazione Qi” di medicina tradizionale cinese Palermo, 26 febbraio 2010adesione e organizzazione a Palermo de “La notte dei racconti” in collaborazione con il “Laboratorio Rodari” di Reggio Emilia Palermo, 13 febbraio 2010incontro-laboratorio in occasione del Capodanno lunare cinese, presso l’Istituto Comprensivo “Amari-Roncalli” Palermo, gennaio – giugno 2010Ciclo di incontri sui cinque sensi rivolto a bambini e adulti “L’odore dei fiori di carta” Palermo, 6 gennaio 2010Incontro di narrazione alla festa della comunità mauriziana Palermo, novembre 2009 – gennaio 2010Corso trimestrale di lingua cinese per adulti, livello principianti Palermo, 21 novembre – 12 dicembre 2009Ciclo di incontri sulla lingua e la cultura cinese rivolto a bambini e adulti “Draghi cinesi e ciotole di riso” Palermo, novembre 2009 – aprile 2010Corso di italiano per studenti cinesi, presso l’Istituto Comprensivo “Amari Roncalli” Palermo, 29 novembre 2009Narrazione bilingue italiano-rumeno, “Il galletto portentoso/Punguta cu doi bani” Palermo, 14 novembre 2009Narrazione bilingue italiano-turco “La lupa grigia/Bozkurt” Palermo, 7 novembre 2009Inaugurazione della casa-officina, sede operativa dell’associazione Palermo, 28 ottobre 2009Partecipazione alla presentazione del Dossier Statistico Immigrazione 2009 Caritas-Migrantes, tenutasi presso l’aula dell’Accademia delle Scienze dell’ospedale Policlinico. Pleszew (Polonia), 22-26 ottobre 2009Partecipazione al progetto europeo “Let’s create our future!” promosso a Palermo dal Ceipes. L’attività di formazione riguarda il project management in campo interculturale, una preziosa occasione di scambio e dialogo per le associazioni e gli operatori che parteciperanno. Palermo, 5-6 ottobre 2009Partecipazione al Seminario Internazionale “La formazione scolastico-professionale in Estremo Oriente. Analisi comparativa del sistema d’istruzione in Italia e in Thailandia” promosso dall’Istituto Comprensivo Statale “Amari-Roncalli” e dall’Associazione culturale “Accademia Italiana di Nuad Bo-Rarn”. All’interno del seminario, gli argomenti sono stati approfonditi e sperimentati nel workshop “La didattica del benessere tra tradizione e innovazione - Contaminazioni interculturali”. Palermo, 12 luglio 2009All’interno del dibattito sul tema “Immigrazione: ordine pubblico o politiche sociali?” l’Officina ha partecipato con l’intervento “Fantacinese e altre stranelingue. Come fare educazione in modo creativo?”. Il dibattito si è svolto nel corso del Festival “SottoSopra. Voci e suoni dal mondo”, organizzato dall’Associazione “Meditart” a Villa Garibaldi. Torino, 6 luglio 2009Il Centro Interculturale della città di Torino apre le porte alla nostra Associazione. L’incontro è stato all’insegna del confronto e dello scambio, utile ad un percorso comune di crescita e azione nei rispettivi territori. Palermo, maggio 2009Nasce la pagina on-line dell’Officina www.myspace.com/officreaintercultura, con le nostre attività e iniziative, i nostri profili professionali, i materiali prodotti, file musicali e video, la documentazione delle nostre esperienze e l’aggiornamento sui prossimi appuntamenti dell’associazione. Palermo, maggio 2009adesione all’ Euro-Med Youth Platform, nata con l’intento di creare occasioni di scambio tra i giovani delle sponde del Mediterraneo, attraverso progetti, materiali, iniziative, collaborazioni internazionali. Obiettivi fondamentali sono la comprensione reciproca, la diffusione di pratiche democratiche e di conoscenza sul razzismo, le pari opportunità, i diritti delle minoranze. Zafferana Etnea (CT), 4 aprile 2009Partecipazione alla terza edizione della Festa del Libro “Leggere per leggere" (Premio Andersen 2007), promossa dall’Istituto Comprensivo di Zafferana Etnea (CT), con il workshop “Fantacinese e altre stranelingue” rivolto ai bambini della prima elementare, per avvicinare in maniera creativa i piccoli alla scrittura cinese e per stimolare un approccio attivo nell’apprendimento delle lingue straniere. Palermo, 2-3 aprile 2009Partecipazione al convegno “Convivenza vien narrando” presso l’IPPSAR “PAOLO BORSELLINO” di Palermo, organizzato dall’associazione “Narramondi”. In questa occasione sono venute da tutta Italia persone che da anni fanno della narrazione uno strumento prezioso di educazione interculturale. In particolare sono stati approfonditi i temi all’interno dei workshop “Narrare l’incertezza” e “Narrare le proprie sconfitte” Napoli, 20-21 febbraio 2009Partecipazione all’Assemblea Plenaria della Rete Italiana FAL, durante la quale sono stati discussi i Programmi e i Piani di azione della Rete Italiana da prevedere nell’anno 2009. Palermo, febbraio 2009Adesione alla Rete Euromediterranea promossa dalla “Fondazione Euromediterranea Anna Lindh” per il Dialogo tra le Culture (ALF), un’organizzazione unica nel suo genere creata dall'Unione europea e dai Paesi Partner Mediterranei, con sede ad Alessandria d’Egitto. La Fondazione è una rete di reti di organismi della Società Civile e delle Istituzioni (Università, Collettività locali, ecc.) attivi nella promozione del dialogo interculturale e presenti nei 43 Stati aderenti, in Europa e nella costa settentrionale dell’Africa. Palermo, febbraio 2009Adesione al movimento Addiopizzo come realtà attiva nel territorio e tra le persone, partecipe delle dinamiche sociali e impegnata nella promozione di una convivenza libera da stereotipi e pregiudizi che riconosca i diritti e i doveri di una cittadinanza attiva.  Palermo, 29 dicembre 2008Fondazione dall’associazione di promozione sociale “Officina Creativa Interculturale”. Read more

2013/2014 Le piccole cose

  « Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà. All’esistenza di orrendi palazzi sorti all’improvviso, con tutto il loro squallore, da operazioni speculative, ci si abitua con pronta facilità: si mettono le tendine alle finestre, le piante sul davanzale, e presto ci si dimentica di come erano quei luoghi prima, ed ogni cosa, per il solo fatto che è così, pare dover essere così da sempre e per sempre. È per questo che bisognerebbe educare la gente alla bellezza: perché in uomini e donne non si insinui più l’abitudine e la rassegnazione ma rimangano sempre vivi la curiosità e lo stupore.» Peppino Impastato   Il senso di meraviglia che le piccole cose possono ispirarci ci ricollega alla realtà, ci permette di ritrovare quotidianamente il senso della nostra esistenza, così che camminare di mattina presto per raggiungere il luogo di lavoro, fare la spesa, innaffiare le piante, attraversare la strada, caricare la lavabiancheria, gettare la spazzatura si riprendano il diritto di essere considerati gesti di vita, azioni nel mondo, segni di un esserci, qui e ora. E poi irrompono nella vita le piccole cose inutili, come la poesia, le passeggiate, le risate, troppo spesso dimenticate o messe da parte per mancanza di tempo e di energie, ma ugualmente vitali, capaci di ridestare la mente e il cuore e di fare aprire nuovamente gli occhi sul mondo. Quest’anno abbiamo scelto di dedicarci alle piccole cose, abbiamo adottato una “pedagogia delle piccole cose”, che suggerisca percorsi di apprendimento a partire da ombrelli, scarpe, gessetti, mandarini, matite e arcobaleni. Riappropriarsi dello stupore e della meraviglia, a partire dalla quotidianità, è un atto politico, che dona speranza e libertà all’educazione così come alla società.     OMBRA Le foglie ne hanno una che in estate appare VERDE "Petit onze" di Adele Cammarata   Read more

2012/2013 Cambiamenti

  Il tema educativo di quest'anno è forte, sentito, leggero e pesante nel cuore e nelle scelte intime e quotidiane. Cambiare fa parte della vita, in alcuni momenti diventa visibile agli occhi e pressante nella mente, incessantemente presente. Nell'infanzia o nella migrazione, nel lavoro precario e nel matrimonio accadono mutamenti così impregnati di realtà che non possono essere messi da parte senza essere condivisi, senza essere sostenuti dal racconto e dalla presenza di altri esseri umani. La natura umana è così potente da sconvolgere i ritmi naturali, è così vulnerabile da non bastare a se stessa. Ogni mutamento può allora essere fonte di apprendimento, di innamoramento. Nella Casa-Officina si vuole vivere quest'anno aprendosi ai cambiamenti di ogni persona che ne partecipa e che vi opera, accogliendone le fragilità e le potenzialità che mettono in campo. Dalla Scuola di italiano ai laboratori con bambini e genitori, dal Festival della cultura cinese ai corsi di lingua, ogni incontro porta un cambiamento che intendiamo vivere denso di consapevolezza e senza paura.   Cambiamenti Di certo è così, dev'essere così!, me ne accorgo ogni istante che passa... Sono proprio dentro al cambiamento, dentro questa trottola che non smette per un solo attimo di girare e che va dove vuole, proprio come il vento... Delle volte vi si sta comodi – provare per credere – delle altre un po' meno. Tutto questo, però, mi suggerisce qualcosa. Forse non sono proprio proprio padrone dei miei pensieri, dei miei atti, delle mie parole... Figuriamoci dei miei sentimenti! E figuriamoci degli eventi che occorrono intorno a me!!! Bei pensieri, bianchi, neri, gialli, duri, morbidi, lunghi, corti... Pensieri... di cambiamento! Vorrei... per questo passaggio di anno latore di così tante emozioni..., che ogni mio pensiero, ogni mio gesto, ogni mia parola, possano serbare un germe di cambiamento, dentro e fuori di me. E lo spazio dell'Officina? E' alcova della mia riconoscenza, di miei sorrisi e vivi momenti di commozione. E' fucina di sguardi di genti che improvvisamente – giungendo chi da nord, chi da sud, chi dall'est e chi dall'ovest – si incontrano in uno spazio denso e magico. Una piccola oasi di grande libertà. Che possa trasparire, questo senso di respiro, di rispetto, di amore sincero infine, al di fuori delle sue mura quasi trasparenti. Che le ombre cinesi delle sue magiche lampade, riflesse sul mare per miglia e miglia, possano mettere in fuga tutti gli squali. Soprattutto quelli che nuotano dentro di noi. Daniele Sicari   Il Futuro è come un giardino nascosto da un muro sgretolato attraverso i suoi fori vedi fiori,  lembi di terra e parti di piante. Ti sforzi di immaginare farfalle e colori. E vorresti che fosse lì davanti ai tuoi occhi a portata di mano vorresti scoprirne le aiuole gli alberi e le siepi. Ma negli occhi della mente rimane solo un puzzle di colori e l’odore del prato appena innaffiato. Antonio Michele Arcidiacono   Todo cambia Cambia lo superficial cambia también lo profundo cambia el modo de pensar cambia todo en este mundo Cambia el clima con los años cambia el pastor su rebaño y así como todo cambia que yo cambie no es extraño Cambia el mas fino brillante de mano en mano su brillo cambia el nido el pajarillo cambia el sentir un amante Cambia el rumbo el caminante aunque esto le cause daño y así como todo cambia que yo cambie no extraño Cambia todo cambia cambia todo cambia cambia todo cambia cambia todo cambia Cambia el sol en su carrera cuando la noche subsiste cambia la planta y se viste de verde en la primavera Cambia el pelaje la fiera cambia el cabello el anciano y así como todo cambia que yo cambie no es extraño Pero no cambia mi amor por mas lejos que me encuentre ni el recuerdo ni el dolor de mi pueblo y de mi gente Lo que cambió ayer tendrá que cambiar mañana así como cambio yo en esta tierra lejana Cambia todo cambia cambia todo cambia cambia todo cambia cambia todo cambia”. Mercedes Sosa    Filastrocca dei mutamenti«Aiuto, sto cambiando!» disse il ghiaccio«Sto diventando acqua, come faccio?Acqua che fugge nel suo gocciolìo!Ci sono gocce, non ci sono io!»Ma il sole disse: «Calma i tuoi pensieriIl mondo cambia, sotto i raggi mieiTu tieniti ben stretto a ciò che eriE poi lasciati andare a ciò che sei»Quel ghiaccio diventò un fiume d’argentoNon ebbe più paura di cambiareE un giorno disse: «Il sale che io sentoMi dice che sto diventando mareE mare sia. Perché ho capito, adessoNon cambio in qualcos’altro, ma in me stesso». Bruno Tognolini Read more

2011/2012 Trame di parole

  Da lontano Qualche volta, piano piano, quando la nottesi raccoglie sulle nostre fronti e si riempie di silenzio,e non c'è più posto per le parolee a poco a poco si raddensa una dolcezza intornocome una perla intorno al singolo grano di sabbia,una lettera alla volta pronunciamo un nome amatoper comporre la sua figura; allora la notte diventa cielonella nostra bocca, e il nome amato un pane caldo, spezzato. Pierluigi Cappello   Abbiamo dimenticato che le parole hanno un senso, un significato denso di storia e di storie. E non facciamo altro che abusarne. E più ne abusiamo, più ci sentiamo terribilmente vuoti. Perché in questo nuovo horror vacui contemporaneo, ci prodighiamo per mettere etichette senza contemplare il senso delle parole che le compongono. Ne vien fuori una smania di definire sé stessi nel modo più sintetico ed efficace possibile, di trovare per sé e per gli altri una categoria unica, socialmente condivisibile. Ci dicono che abbiamo identità multiple, che viviamo in società liquide, pretendono in noi la capacità di essere equilibrati e flessibili allo stesso tempo. E noi viviamo immersi nella costante paura di perdere gli altri, di perdere noi stessi. Torniamo alle parole, a raccoglierle dalla terra, a selezionarle come buoni frutti, a nutrircene con cura e amore. Una pratica educativa senza ricerca, senza riflessione, cammina zoppa. E non può andare lontano. Quest’anno nella casa-officina è nato un piccolo gruppo di persone, che sperimenta il proprio modo di “fare educazione” e si incontra per ritrovare le radici del proprio lavoro e del proprio modo di essere nel mondo. Ciò che cresce è denso di narrazione, di appunti di scritture e va alla ricerca delle parole, delle parole che hanno un peso e un senso di cui spesso ci si dimentica. E come era pratica lenta e attenta la raccolta del cibo, ancor prima della comparsa dell’agricoltura, così la nostra ricerca si nutre di ciò che trova sul cammino, nel bosco, ma anche sull’asfalto urbano o tra le mura di una casa. E così come gli antichi raccoglitori, si scovano radici, frutti succosi ed erbe curative, di cui è fondamentale avere conoscenza e che è necessario distinguere per vivere.   Le parole ispirano pensieri, e i pensieri si realizzano in azioni e comportamenti, è necessario che si restituisca all’uso quotidiano consapevolezza critica delle parole, per costruire una nuova collettività che crei relazioni autentiche, costruttive con coloro che incontriamo e con cui ci confrontiamo. Qualsiasi sia l’età, il sesso, la condizione economica, la nazionalità, la lingua parlata, la religione. Se abbiamo cura di questa nuova consapevolezza, forse diventeremo più simili all’uomo di valore, che “usa soltanto nomi che implicano discorsi coerenti, e parla soltanto di cose che può mettere in pratica”.   Un giorno Zilu chiese: “Se il principe di Wei contasse sul vostro auto per governare, cosa fareste in primo luogo?” Il Maestro: “Rettificherei i nomi, senza dubbio” Zilu chiese ancora: “Ho inteso bene? Il Maestro forse si sbaglia! Rettificare i nomi, avete detto?” E il Maestro replicò: “Zilu, quanto sei rozzo! Quando non sa di cosa sta parlando, un uomo di valore preferisce tacere. Se i nomi non sono corretti, non si possono fare discorsi coerenti. Se il linguaggio è incoerente, gli affari di governo non si possono gestire. Se questi sono trascurati, i riti e la musica non possono fiorire. Se i riti e la musica sono negletti, le pene e i castighi non possono esser giusti. Se i castighi sono ingiusti, il popolo non sa più come muoversi. Ecco perché l’uomo di valore usa soltanto nomi che implicano discorsi coerenti, e parla soltanto di cose che può mettere in pratica. Ecco perché l’uomo di valore è prudente in quello che dice.”   Dialoghi di Confucio, XIII,3 Read more

2010/2011 Alberi urbani

  “Venne il tram, evanescente come un fantasma, scampanellando lentamente; le cose esistevano appenaquel tanto che basta; per Marcovaldo quella sera lo stare in fondo al tram, voltando la schiena agli altri passeggeri,fissando fuori dai vetri la notte vuota, attraversata solo da indistinte presenze luminose e da qualche ombra più nera delbuio, era la situazione perfetta per sognare a occhi aperti, per proiettare davanti a sé dovunque andasseun film ininterrotto su uno schermo sconfinato.”Italo Calvino, "Marcovaldo" Sulla città e sulle città è stato detto e scritto tanto, da secoli e in migliaia di lingue. Il percorso sulla città non vuole essere esaustivo, né risolutivo, bensì connesso a ciò che finora la dimensione urbana ha ispirato e aperto agli innumerevoli contributi che bambini, giovani, adulti e anziani daranno con la loro presenza, con la loro testimonianza, con la loro fantasia. Il percorso nasce da riflessione, ricerca e studio, ma anche da improvvisazione, invenzione e libertà espressiva. Ed è così che verrà pensato durante tutto l’anno. La scelta di intraprendere un viaggio sulla città è motivato da due bisogni, nati a partire dal patrimonio di esperienze e conoscenze finora vissute nella casa-officina con le persone incontrate e i luoghi vissuti. Il percorso annuale sulla città nasce innanzitutto dal bisogno di tessere un lungo filo rosso che colleghi le differenti esperienze, le persone e gli elementi che percorreranno in un anno la piccola casa-officina e i luoghi sparsi nel mondo in cui l’associazione lascerà una traccia. Dopo il primo anno della casa-officina, ciò che abbiamo raccolto è stato talmente vasto e variegato che è nata la necessità di trovare un modo di raccogliere questo patrimonio per imprimerlo nella memoria, farlo proprio, ma soprattutto un modo per non  perderlo e offrirlo agli altri, diffonderlo e rielaborarlo con gli altri bambini e genitori che parteciperanno ai nostri percorsi, con gli altri educatori, con tutti coloro che vorranno condividere un pezzetto di casa-officina. Gli incontri, i corsi e i percorsi, ma anche le storie che nasceranno e gli oggetti quotidiani esplorati troveranno così una base comune, un tema ispiratore, una direzione da seguire, ispirati dalla città. Il secondo bisogno che segna la scelta del percorso sulla città è quello di recuperare e riscoprire la profondità della dimensione urbana, spesso semplicemente annullata e messa da parte rispetto allarigogliosa bellezza della natura. Seppur circondata dalle piante e dagli alberi, la casa-officina è una realtà profondamente urbana. Ci siamo dunque chiesti cosa questo significhi, come questa caratteristica possa essere fonte di educazione e apprendimento interculturale. La crescente necessità di vivere e avvicinarsi agli elementi naturali, di rispettare con maggiore attenzione l’ambiente, di circondare i propri occhi di paesaggi verdi e acque limpide fa sorgere in noi un rifiuto generale e disprezzante verso la città in cui viviamo. Siamo invece convinti che, se lo sguardo interculturale è davvero applicabile alla realtà intera e cosmica, è proprio da questa sensazione, da questa incomprensione con la città, che dobbiamo partire per riscoprire con occhi diversi gli spazi che abitiamo e le persone che incrociamo. L’intento è dunque quello di: imparare i limiti e le contraddizioni della dimensione urbana, raccogliendo esperienze e modi di vivere la città; imparare la ricchezza e la bellezza che la città ci offre, attraverso i sensi e le immagini delle persone e dei luoghi; scoprire la tradizione a cui ci lega la città, attivando la memoria e l’attenzione e ripercorrendo le storie che con le persone rendono vive le strade e i vicoli urbani; individuare gli elementi e i luoghi che caratterizzano la nostra città, trovando punti di vista e prospettive comuni ad altre città nel mondo; reinventare la propria città, inventare città possibili, immaginare città fantastiche. Sarà dunque la città stessa a suggerire percorsi e incontri, insieme alla letteratura, alla mitologia, alle arti visive, alla musica  provenienti dalle città del mondo e ispirate alle differenti città. L’obiettivo principale è dunque quello di nutrire uno sguardo e un sentimento nuovi nei confronti della città, per ritrovare e dare senso e valore alla quotidianità che ci circonda. La visione che caratterizza il metodo e i contenuti dell’associazione “Officina Creativa Intrculturale” si traduce proprio in un’intercultura che non parla solo di e con le “culture”, ma riconosce nelle persone e in tutti gli aspetti del mondo una complessità e una ricchezza da cui non si smette mai di imparare. Read more

La biblioteca plurilingue

La prima biblioteca plurilingue per l’infanzia della città è specializzata in libri per bambini e per ragazzi scritti in più di 45 lingue differenti. I libri provengono da diverse parti del mondo ed arrivano alla Casa-Officina non soltanto attraverso i viaggi dei suoi educatori, ma anche grazie ad incontri speciali e alla generosità di tutte quelle persone che rispondono alla nostra iniziativa "A book, a gift", tramite cui riceviamo soprattutto libri per l’infanzia in diverse lingue. Il nostro catalogo conta così centinaia di volumi, è altamente specializzato e originale e si arricchisce nel tempo. Di questo luogo tutti possono condividerne la ricchezza. Nel 2010 la Casa-Officina ha aderito con iniziative plurilingue al progetto “Nati per leggere”, promosso a livello nazionale dall'Associazione Italiana Biblioteche, dall'Associazione Culturale Pediatri e dal Centro per la Salute del Bambino, al fine di diffondere la lettura ad alta voce per i bambini dagli zero ai sei anni, nel convincimento che ciò contribuisca al benessere e a una migliore qualità della vita del bambino. Chi crede nella libertà della condivisione, ha già scoperto una parte importante della Casa-Officina, forse la più intima. Chi volesse contribuire con un dono, può inviare un libro per la biblioteca all’indirizzo: Centro educativo interculturale “Casa-Officina”, via Cuba 46, 90129 Palermo (Italia). Nella Casa-Officina abitano queste lingue: italiano polacco greco cinese rumeno inglese norvegese francese krio romanès turco portoghese somalo arabo catalano farsi albanese ucraino spagnolo guaranì tagalog bangla giapponese indonesiano cingalese curdo dari croato macedone montenegrino olandese russo sinti togolese ungherese wolof sloveno svedese tamil slovacco finlandese tedesco moldavo ucraino mongolo mongolo hudum Read more

Metodologia e approccio

La metodologia adottata nel Centro educativo interculturale Casa-Officina si ispira ad una tradizione di riflessioni pedagogiche e di pratiche educative che, nel loro diverso dispiegarsi, sono accomunate dall’idea che l’apprendimento debba partire dall’esperienza, dal vissuto di ciascun soggetto, dal riconoscimento di ognuno innanzitutto come persona. Dal bambino al migrante, dal genitore all’educatore, tutti sono riconosciuti e valorizzati, ascoltati e accolti nei desideri, nei bisogni, nei dubbi e nei sogni, che esprimono in libertà. Dalla speranza e consapevolezza della pedagogia di Paulo Freire, alla maieutica di Danilo Dolci; dal metodo naturale di Celestine Freinet, alla prospettiva di cura dei servizi di Reggio Children; dall’autonomia promossa da Maria Montessori, all’attivismo di Jonh Dewey; dalla cooperazione educativa di Mario Lodi, all’educazione lenta di Gianfranco Zavalloni; dal decalogo per una convivenza interetnica di Alexander Langer, alla fantasia critica e divergente di Gianni Rodari: ogni pensiero e azione quotidiana si nutre di esperienze precedenti che indicano scelte e comportamenti, ma anche parole e discorsi. Allo stesso tempo, l’approccio non può non trasformarsi e rispondere al contesto locale, all’attualità storica, alla condizione professionale ed esistenziale dei nuovi educatori della nostra società. C’è un senso specifico nell’essere educatori nel XXI secolo, nel fare educazione a Palermo e in Sicilia, nel pensiero pedagogico degli educatori di confine, che non vivono all’interno delle scuole, che non vengono riconosciuti nel loro ruolo sociale, che abitano in modo nuovo la città. Da tutti questi elementi è emerso un cambiamento di prospettiva: è fondamentale abbandonare l’immaginario comune, frutto di un modello in esaurimento, per sperimentare un nuovo modello, in cui i percorsi di vita si intrecciano con i titoli di studio, con le esperienze formative, e convivono pacificamente con i propri desideri, i propri bisogni, i progetti professionali. Si costruisce dunque in questo nuovo contesto una diversa educazione, ispirata dal passato, ma anche pronta e adatta al cambiamento sociale già in atto. Un'educazione praticata nelle reali forme di relazioni educative, personali, economiche e politiche. In questo senso la Casa-Officina si assume il compito di piccolo incubatore di comunità, dove le contraddizioni di un’economia e di una società in crisi sono a loro volta messe in crisi nelle loro premesse, per affermare nuove possibilità di vita. Lo sforzo di migliorare non si compie mai in solitudine, ma in modo cooperativo. Si sceglie di non scegliere secondo il modello dominante: emergono così sempre più spesso spiragli verso strade all'inizio incerte e difficili, ma in cui inaspettatamente ci si ritrova più vicini alla felicità, alle relazioni autentiche, alla libertà. Non un luogo ideale, né un'isola felice, ma uno spazio di libertà consapevole dei problemi concreti, che risponde con speranza e costruttività: è uno dei modi in cui è possibile ribellarsi all'ovvietà delle criticità che ci circondano. Nel corso degli anni, nel centro educativo interculturale Casa-Officina, abbiamo sviluppato un modo di intendere l’intercultura e l’educazione interculturale fortemente legato alla costruzione di relazioni autentiche, in cui ogni soggetto fosse innanzitutto riconosciuto come persona, con un punto di vista e una visione del mondo da accogliere e valorizzare. Da questo principio sono nate le basi del nostro modo di intendere e concepire l’educazione interculturale e del nostro modo di metterla in pratica quotidianamente. Per riuscire a costruire relazioni autentiche, bisogna avviare e mantenere vivo un percorso lungo che parta dall’osservazione di sé, dalla consapevolezza delle proprie azioni e dei propri pensieri, dalla messa in discussione di questi e da una nuova rielaborazione del proprio rapporto con gli altri. Queste relazioni si basano sull’ascolto attivo, sull’accoglienza, sul ritmo lento, sull’osservazione dei dettagli, sulla cura del contesto, sulla condivisione, sulla fiducia reciproca, sull’assenza di giudizio, sul supporto del singolo da parte del gruppo, sul senso della comunità e del mettere in comune, sulla capacità di mettersi in discussione, sulla capacità di cambiare punto di vista, sul superamento delle paure, sull’aumento della speranza e del senso di meraviglia. Le relazioni interculturali, intese come autentiche, si costruiscono tra gli educatori della Casa-Officina: come posso educare, in senso interculturale, se sono gelosa di ciò che faccio e non lo condivido, se mi convinco che quella è la cosa migliore da fare e non ascolto eventuali proposte, critiche, suggerimenti degli altri educatori, se ho paura del giudizio dei colleghi, se non mi sento libera di esprimere insicurezze e difficoltà, se non supporto gli altri nei momenti di incertezza? Le relazioni interculturali, intese come autentiche, si costruiscono nella Casa-Officina con le famiglie: come posso educare, in senso interculturale, se non condivido il mio pensiero e il mio metodo educativo con i genitori, se non sono pronta ad accogliere i loro dubbi con un sorriso, se non ragiono con loro sul percorso di crescita comune, se ho paura del giudizio delle famiglie, se non comunico serenità e fiducia, se non accetto momenti di incomprensione e tento di superarli con loro? Le relazioni interculturali, intese come autentiche, si costruiscono nella Casa-Officina con i bambini: come posso educare, in senso interculturale, se non riconosco la profondità dei loro sentimenti, se non accolgo le loro paure, se non sviluppo con loro il pensiero critico e divergente, se non do loro la possibilità di esprimersi con serenità, se ho paura dei loro giudizi, se non mi affido alle loro capacità, se penso di saperne sempre e comunque di più, se non affronto i personali momenti di inadeguatezza, se non mi sento libera di mostrare dubbi e curiosità, se non offro fiducia, se non considero possibile lavorare insieme per un percorso di crescita comune? Le relazioni interculturali, intese come autentiche, si costruiscono nella Casa-Officina con i migranti: come posso educare, in senso interculturale, se non faccio attenzione a come pronuncio il nome di chi mi sta di fronte, se non sono curiosa di imparare qualche parola in un’altra lingua, se non cerco mai situazioni in cui sono io la persona che non comprende, se non riconosco le capacità personali, se mi sento minacciata, se non accolgo le paure e i momenti di frustrazione, se non offro fiducia, se penso di saperne sempre e comunque di più, se non racconto mai di me, se non ascolto le storie che sanno raccontare? L’esperienza della Casa-Officina è un esempio concreto, una realtà tangibile, in cui si pensa e si fa una nuova educazione. E in cui la metodologia è in costante ricerca e innovazione, perché si basa sul senso politico di un profondo riconoscimento degli altri come persone. Read more