2016/2017 Le città

 

Le città come i sogni sono costruite di desideri e di paure.

da Italo Calvino, Le città invisibili

 

Città isolane, città montane, città grandi, città periferiche, città silenziose, città sostenibili. Nascere, vivere, crescere in città vuol dire imparare a riconoscerne i ritmi, i suoni, le forme. Ma anche i pericoli, le regole, le occasioni. Orientarsi in città, nelle relazioni sociali, tra le strade, immersi nei simboli, nelle immagini e nelle parole è uno strumento per diventare autonomi.

Città fantastiche, città sotterranee, città lunari, città minuscole, città verdi, città esotiche. Sognare, immaginare la città può accadere nella quotidianità della strada dove si è nati e cresciuti, nella fantasia o durante un viaggio lontano. Sognare la città vuol dire imparare a osservarne i ritmi, i suoni, le forme e meravigliarsi di un dettaglio mai visto prima o comparso all’improvviso. Ma anche immaginare ed impegnarsi per ridurne i pericoli, costruirne le regole con gli altri, creare quante più occasioni possibili di crescita comune.

La sfida educativa di quest’anno ci porterà tutti, grandi e piccoli, educatori e genitori, a sperimentare come vivere in città e non smettere di sognare. A partire da questa piccola comunità che sceglie di convivere in una grande città.

Thank for sharing!