OffiCINA 欧飞中国: Lingua e cultura cinese

Dal 2009 il Centro educativo interculturale “Casa-Officina” di Palermo è il primo ente che organizza e promuove, con continuità e crescente richiesta, eventi e corsi finalizzati alla valorizzazione e all’apprendimento della lingua e cultura cinese. Ogni iniziativa realizzata è un percorso all’insegna di una lontana cultura millenaria, che può esprimersi in vicina esperienza di crescita personale.

In particolare, la Casa-Officina realizza le seguenti attività:

  • corsi di lingua cinese per bambini e per adulti italiani;
  • corsi di lingua cinese per bambini cinesi;
  • corsi di lingua italiana per bambini e adulti cinesi;
  • mediazione linguistico-culturale in scuole, ospedali, tribunale e altri enti;
  • organizzazione di eventi culturali e workshop;
  • scambi culturali in Cina e in Italia.

Per eventuali informazioni ed ulteriori attività (traduzioni commerciali, traduzioni asseverate, guida turistica abilitata), è possibile contattare Giuseppe Rizzuto, telefonando al numero 0916520297 (lun-sab, 8-13) o scrivendo all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Corsi di lingua e cultura cinese

I laboratori e i corsi sono rivolti a bambini della scuola primaria, a ragazzi e ad adulti, e permettono di acquisire le competenze per sostenere l’esame che rilascia le certificazioni HSK1,HSK2 e HSK3. Le attività si svolgono presso diversi Istituti scolastici ed enti della città.

 

 

 

Rete Cina a Scuola

 

Rete “Cina a scuola”

Dopo anni di attività educative nel territorio locale, volte alla promozione della lingua e della cultura cinese, all’eccellenza scolastica dei giovani e adulti italiani e all’inclusione sociale dei migranti cinesi, a settembre 2017 è nata la Rete “Cina a scuola”, di cui l’Officina Creativa Interculturale è Ente Promotore e a cui hanno aderito sette Istituti scolastici della città di Palermo. 

L’obiettivo principale della rete è di lavorare in sinergia per promuovere nei territori coinvolti il dialogo interculturale, l’integrazione e l’inclusione sociale, l’inserimento professionale e l’eccellenza degli studenti. Tutti i soggetti aderenti ritengono che sia importante promuovere l’apprendimento e l’utilizzo della lingua e cultura cinese come strumento di dialogo interculturale, inserimento sociale delle famiglie migranti, arricchimento delle competenze per l’inserimento lavorativo degli studenti delle scuole e crescita economica e culturale del territorio locale.

Le scuole aderenti, con cui dal 2009 l’associazione collabora, sono:

 

Mediazione linguistico-culturale

La Casa-Officina è presente in città, nelle scuole, negli ospedali, nei tribunali, per la mediazione linguistico-culturale con bambini, ragazzi e adulti cinesi. Dal 2009 al 2013, in convenzione con l’Istituto Amari-Roncalli-Ferrara di Palermo, è stata aperta la “Casa del drago” presso i locali scolastici, entri cui sono stati realizzati corsi di lingua italiana e cinese per bambini della scuola primaria e media, laboratori nelle classi in occasione del Capodanno cinese e il Coro interculturale che si è esibito in occasione del Primo Festival della cultura cinese nel 2013.

In stretta collaborazione con il Comune di Palermo, nel 2014 e nel 2015 è stato invece attivo il progetto “Medina”, grazie al quale sono state realizzate diverse azioni di mediazione nel territorio palermitano.

 

Eventi e workshop

Numerosi eventi e workshop sono stati realizzati nel corso degli anni, con l’obiettivo di creare ponti tra abitanti locali e cinesi e trovare strade comuni per la comprensione reciproca.

I due Festival della Cultura cinese a Palermo, realizzati nel 2013 e nel 2014, hanno visto, tra laboratori nelle scuole e in città, workshop di calligrafia, seminari, concerti e serate, la partecipazione di circa 500 persone.

eventi cinese

 

Scambi culturali in Cina e in Italia

La Casa-Officina costruisce ponti concreti tra i due paesi, realizzando scambi culturali in cui poter approfondire la comprensione reciproca delle culture.

Nell’estate 2017 il primo gruppo di italiani ha partecipato all’iniziativa “I mille volti del drago”, fatta di incontri con la comunità locale e scoperta di luoghi più e meno conosciuti in Cina.

 

 Gruppo Cina