Articoli

Il gruppo di lavoro

Il gruppo di lavoro della Casa-Officina è composto da professionisti nel campo dell’educazione interculturale e dell’insegnamento linguistico, con esperienze formative e professionali nazionali e internazionali, fortemente motivati nel lavoro intrapreso e in continuo aggiornamento. Le attività da questi proposte – presso la Casa-Officina, nel territorio e presso scuole di ogni ordine e grado – si basano sulla scelta di tradurre le ricerche e le competenze maturate negli anni in pratiche e linguaggi aperti a persone di qualsiasi età, di qualsiasi nazionalità, di qualsiasi livello di istruzione.

 

giuseppe rizzutoGiuseppe Rizzuto

Giuseppe è sotto il segno dei gemelli sin da bambino, ma non è colpa sua. Guardando il suo film preferito, “Grosso guaio a China town”, si è innamorato da piccolo della Cina, delle sue bellezze e dei suoi fantasmi. Oggi, ogni volta che ritorna dalla Cina, gli dicono che i suoi occhi sono sempre più a mandorla.
Ha studiato antropologia culturale perchè una sola identità non gli basta, ha ereditato l'amore per il viaggio dal padre, per l'insegnamento dalla madre. Lui ci ha messo l'incoscienza di metterli insieme con libertà. Gli piacciono i cambiamenti nella vita sua e degli altri, ha sempre la radio accesa a casa e il passo svelto per strada. È socio-sognatore dell'Officina sin dalla sua fondazione, con cui condivide tanto, a volte troppo. Ama la musica, il riposino pomeridiano e la ricotta dentro i dolci. Crede che nessuno possa fare a meno di lui tranne lui stesso, infatti ogni tanto i gemelli dentro di lui si litigano - uno in italiano e l'altro in cinese - ma si capiscono entrambi: miracoli dell'intercultura o solo fortuna?
[Curriculum]

 

 

maura-tripiMaura Tripi

Sin dall'infanzia ha mostrato i chiari segni della sua passione per lo studio e l'educazione: è arrivata alla seconda elementare a sei anni appena compiuti, a sette anni componeva poesie dedicate al fratello nascituro e a otto insegnava inglese ai nonni materni - con scarsi risultati. Ha conseguito con eccellenti risultati lauree e Master in Antropologia, Semiotica, Studi Interculturali e Pedagogia in diverse Università italiane, ma la cosa che ama di più fare è toccare la terra e abbracciare gli alberi.
Da anni si occupa di infanzia, narrazione e plurilinguismo in Italia, in Europa e in Cina. È tornata a Palermo nel 2008, con l'impegno e la determinazione di creare un progetto di vita ed educazione che porti alla città speranza e rinnovamento. Ha co-fondato le associazioni “Officina Creativa Interculturale” e "La piccola Officina" e coordina 24 ore su 24 il centro “Casa-officina”, dove si sperimentano percorsi di educazione interculturale e plurilinguismo e si cercano nuovi modi di stare insieme e convivere. Nei suoi frequenti viaggi, incontra spesso l’elefante Elmer e il drago Aidar.
[Curriculum]

 

 

Antonio ArcidiaconoAntonio Arcidiacono

Laureato in Lettere classiche a Catania – “città dalle tante fontanelle” – con una tesi di laurea sulle rotte di scambio greche, si sta specializzando a Palermo – “città dalle zero fontanelle” – in Scienze dell’Antichità. Animato da interessi molteplici e da un grande spirito adattativo, ha partecipato come volontario al Festival della Letteratura a Mantova dall’anno 2004 all’anno 2006, ha frequentato un corso teatrale presso l’Università di Catania dall’anno 2006 all’anno 2008 e si è sciolto sotto il sole d’Agira in occasione di una campagna di scavi promossa dall’Associazione di Volontariato Sicilia Antica nell’agosto 2008. Originario di Lentini, desidera inaugurare in città un centro educativo e ricreativo estivo per bambini, studenti e genitori. Collabora con l’Officina Creativa Interculturale dall’anno 2010 nella progettazione e realizzazione di laboratori di educazione interculturale e incontri di narrazione e nella sperimentazione del gioco come strumento di formazione libera e creativa. Ama la storia antica, la mitologia greca, nuotare e andare in bici, scrive poesie in rima e lo appassionano i giochi di ruolo.
[Curriculum]

 

 

Matilde BuccaMatilde Bucca

Dicono sia deliziosa, ma il sospetto che l’informazione possa non bastare porta a fornire precisazioni ulteriori. Ebbene... laureata in Beni Demoetnoantropologici con una tesi di laurea sui riti che la Comunità Tamil di Palermo celebra quando le bambine diventano signorine, ha avviato con altrettanto interesse la specializzazione in Antropologia culturale e etnologia. Ha realizzato ricerche sul campo un po’ qui e un po’ lì, sotto il sole e la pioggia, sempre in compagnia di quattro amici antropologi con i quali sogna di lavorare ancora. Ha pubblicato sull’Archivio Antropologico Mediterraneo e… mamma mia! È  ancora un’emozione! Ha partecipato a corsi di formazione sul teatro come strumento di educazione creativa e sul confronto interculturale, ha condotto laboratori di Educazione interculturale e Arti teatrali nell’ambito di progetti scolastici, ha svolto un tirocinio formativo e attivo nella Casa-Officina sperimentando maniere lente, partecipate e condivise di imparare... A un certo punto il sogno di un’amica l’ha abbracciata (tanti bimbi! tutti i giorni!), un sogno che è diventato anche il suo (pure del suo papà, della sua mamma, di sua sorella, del suo cane…) e che piano piano si trasforma in realtà. Ama leggere, scrivere, viaggiare (pure tra le nuvole) ed esplorare (finanche in fondo al mar!), le piacciono i sonagli e la diverte giocare a nascondino.
[Curriculum]

 

 

Con noi troverete:

 

yizhang zhuYizhang Zhu - 朱翊彰

Scambi Italia-Cina

 

 

vanessa arancioVanessa Arancio

Segreteria e Comunicazione

 

 

 

 

elisa alaimoElisa Alaimo

Assistente

 

 

 

 

 

paola cecchettiPaola Cecchetti

Educatrice Spazio Gioco

 

 

 

 

 

La Casa Officina accoglie, inoltre,

Collaboratori, Volontari e Tirocinanti

da diversi Paesi d'Europa e del mondo